Utente 276XXX
Salve, questo pomeriggio mentre ero con la mia ragazza ho iniziato a sentire un dolore al pene (che descriverò in seguito), non so precisamente il momento nel quale sia partito poichè non ho sentito un dolore tutto un tratto, ho solo iniziato ad avere dolore praticamente durante il sesso orale, ma non credo sia stato quello, l'unica cosa che mi viene in mente è che prima del sesso orale ci siamo "strusciati" vestiti per molto tempo e magari in posizioni dove lei era sopra di me, il suo peso può aver fatto pressione sul mio pene "facendogli male" poichè il pene era tra il mio e il suo corpo (appoggiato lateralmente) e reggeva il suo corpo e ci sono stati anche momenti in cui parlando ho perso l'erezione e lei comunque è rimasta sopra di me.
Il dolore che sento, lo provo solamente se tocco e faccio una leggerissima pressione sul pene, precisamente la parte inferiore del pene (quella più vicino al pavimento), poco più in basso del "filetto" ma non è quello a farmi male, sento come in profondità una specie di "tubicino" o comunque rientranza a forma di canale che quando premo leggermente mi fa male e anche tanto, non ho notato ematoma, anche se mi sembra che poco sotto il glande, il pene anche se non in erezione rimanga duro al tatto.
(con "sotto" e "in basso" intendo praticamente verso "l'attaccatura del pene")
In più sento il continuo bisogno di urinare.
Mi scuso se sono stato poco chiaro nella spiegazione, ma sostanzialmente vorrei sapere se è qualcosa di grave che va affrontata col pronto soccorso oppure se passerà o almeno posso aspettare il tempo di prendere un appuntamento con un urologo o andrologo..
Grazie per le vostre risposte.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,credo che,recandosi al Pronto Soccorso,l'attesa sara' molto lunga,in quanto cio' che ci trasmette puo' essere considerato un epifenomeno dell'eccitazione repressa dai pantaloni ed indumenti intimi sul pene che,in fondo,e' un organo erettile che,specialmente alla Sua eta',vorrebbe "esplodere" in lisberta'.Si tranquillizzi e,magari,approfitti per prenotare una visita andrologica di routine,necessaria a 20 anni.Cordialita'
[#2] dopo  
Utente 276XXX

Iscritto dal 2012
Grazie per la sua risposta dottore, ma io dopo comunque sono "venuto".
Quindi non capisco questo dolore e soprattutto se tento di avere un erezione mi fa male e comunque per ora non ci riesco tanto (forse per lo stato psicologico di preoccupazione).
secondo lei questo dolore alla pressione e anche all'erezione passeranno da soli?
[#3] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
gent.mo utente

Sembrerebbe una reazione infiammatoria da traumatismo e quindi andrebbe valutata nel tempo, direi nei prossimi giorni, e se persistesse sarebbe necessaria una visita specialistica per valutarne le cause.

Cordiali saluti
[#4] dopo  
Utente 276XXX

Iscritto dal 2012
Grazie ad entrambi per le risposte, davvero.
Sono un tipo che si preoccupa facilmente e soprattutto perchè "è una zona delicata" spero voi possiate capirmi.
Sostanzialmente io ho paura che sia qualcosa che comunque se non "curato" subito possa creare disfunzioni erettili e altre cose che comunque mi porterò a vita..
Come faccio a sapere che non sia qualcosa di grave e che posso aspettare?
Comunque la visita andrologica la prenoterò in qualsiasi caso ma ci sarà da aspettare visto le attese degli ospedali..
[#5] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Ripeto valuti la situazione nei prosimi due o tre giorni e se non passasse ne parli al suo medico di base che valutera' come procedere.

Ancora cordialita'
[#6] dopo  
Utente 276XXX

Iscritto dal 2012
Salve, scrivo per aggiornarla della situazione, ho prenotato una visita andrologica che avrò l'1 dicembre.
Nel frattempo se tocco ho ancora dolore nella parte sinistra vicino al glande ma leggermente più in basso, in profondita sento come un canale ed ho anche bruciore sempre nella stessa zona.
Bisogno di urinare molto spesso.
Ho provato ad avere un'erezione per vedere come procede ed ho dolore nella parte sinistra anche non premendo, in più ho notato che quella zona (che mi fa male quando premo) è più dura del resto del pene, ed eiaculando ho pochissima forza nell' eiaculazione, cosa che prima non c'era.
Attendo vostre risposte
[#7] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
come le ho già sottolineato, la sua sintomatologia farebbe pensare ad una reazione infiammatoria da traumatismo che andrebbe valutata nei prossimi giorni, eventualmente ne parli anche al suo medico.
Cordiali saluti
[#8] dopo  
Utente 276XXX

Iscritto dal 2012
Potrebbe essere Induratio penis plastica da microtrauma?
[#9] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
si potrebbe ma solo la visita permetterà di capire se consigliare un'ecografia dinamica.
[#10] dopo  
Utente 276XXX

Iscritto dal 2012
Ho fatto la visita, vi scrivi di seguito i risultati.

Diagnosi:
2011 infezione della via seminale da E. Coli trattata con antibiotici.
Da 4-5 gg dolenzia al pene distalmente laterale sin. forse secondario a piccolo trauma coitale
EO nella norma non si palpano placche di IPP
Riferisce anche disuria e stranguria senza febbre
Consigli terapeutici:
Dieta in bianco e bere oltre 2 litri di acqua die
Esame urine + coltura e spermiocultura, eventuale tampone uretrale per clamidia e micoplasmi.
Peironex 1 cp die x 20 gg

Volevo chiedere informazioni riguardo all'ultimo (farmaco) che diciamo so che è un integratore, (peyronex) ma non ho trovato molte informazioni su internet, ha degli effetti collaterali, aiuta a prevenire placche se dovessero uscire? e soprattutto siccome sono allergico a molte cose, c'è rischio di allergia?
[#11] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
esegua gli esami culturali e faccia un'ecoggrafia dinamica per confermare l'integrità dei tessuti penieni e poi se lo desidera ci faccia sapere.

Ancora cordialità
[#12] dopo  
Utente 276XXX

Iscritto dal 2012
Questo volevo chiedere, il medico che mi ha visitato ha detto che non sono presenti placche IPP, ma che potrebbero uscire ed ha anche detto che un'ecografia è inutile.
La mia domanda queste placche si notano solamente con un'ecografia dinamica? alla palpazione possono non sentirsi?
[#13] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
....."ha detto che non sono presenti placche IPP, ma che potrebbero uscire .....", mi sembra una risposta molto superficiale e contradditoria. Per una diagnosi serve una ecografia in condizioni dinamiche poichè una distorsione o una iniziale fibrosi con la semplice palpazione non è possibile diagnosticarla.

[#14] dopo  
Utente 276XXX

Iscritto dal 2012
Salve dottore, le scrivo perchè io non so più come fare, sono andato dal medico di base per chiedergli di prescrivermi questa ecografia dinamica, ma dice che la può prescrivere solo uno specialista, io ho speso tutti i soldi per andare da quell'andrologo ed ora non so più come poter fare questa ecografia, anche perchè ho anche dolori alla prostata e difficoltà a defecare e quel dottore non mi ha controllato nemmeno la prostata, come devo fare ora?
[#15] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
per quanto riguarda il mio umile compito, penso di averla consigliata al meglio ma più di così non mi è possibile fare.

Ancora cordialità