Utente 274XXX
Salve a tutti,sono una ragazza di 28 anni che ha problemi di ansia e attacchi di panico da circa 3 anni.
Ultimamente ho anche episodi di extrasistole,ho fatto l'holter e due ecocardiogrammi e mi è stato riscontrato un ''lieve prolasso della valcola mitrale con insignificante rigurgito'' e mi hanno detto che non è nulla di che e che anche le extrasistole (che durano da 1 anno circa) sono sopraventricolari,benigne,quindi non pericolose.

Il prolasso è congenito.
Se in 25 anni non ho mai avuto extrasistole credo che siano state accentuate dalla mia ansia.
Mi faccio anche venire tachicardia nei momenti di forte tensione.
Ho cercato molto di documentarmi su possibili cure non farmacologiche e ho trovato tra le varie il BIANCOSPINO che fa bene sia al cuore che al sistema nervoso.
Sul dosaggio c'è scritto 30 gocce due/tre volte al dì,ma nn la durata.
Volevo chiedere prima di tutto se è un buon aiuto sia per le extra che per l'ansia (premetto che già uso fiore di bach numero 2 ASPEN e mi aiuta molto a dormire)
e secondo se può avere effetti collaterali gravi.
Allergie al biancospino non ne ho perchè ho già usato tisane.
Ho letto anche che il biancospino va usato con prudenza nei soggetti con bradicardia, blocchi seno-atriali o atrio-ventricolari.
E ha qualche interazione con altre tisane che uso la sera (quelle del supermercato) o con le gocce di aspen?
[#1] dopo  
Dr. Sandro Morelli
28% attività
8% attualità
16% socialità
VELLETRI (RM)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2007
Cara ragazza il biancospino resta pur sempre una pianta, è come chiedersi se ci sono interazioni tra il carciofo e la verza. Il dosaggio va bene. Ma io andrei a fare una bella visita da un medico omeopata perchè ne ho già curate molte di persone per questa patologia, ahimè molto frequente. Anche i fiori di Bach vanno bene, ma sono sempre degli aiuti, ma non curano a fondo.