Utente 625XXX
Mia madre di 81 anni fu operata cinque anni fa di carcinoma sigma-retto, tutti gli esami praticati tac, colonscopia, ecografie e markers fatti tutti gli annisono sempre stati negativi.A novembre ha avuto delle perdite ematiche,portata in ospedale le hanno praticato un'isteroscopia operativa,siamo in attesa dell'esame istologico,l'ospedale le ha prescritto una RMN con MDC perchè con l'eco transvaginale avevano trovato una neo formazione annessiale sinistra.Ecco l'esito della RMN:
Utero di dimensioni regolari,AVF,con segnale miometriale disomogeneo per riievo di multiple formazioni relativamente ipointense a sede intramurale, di circa 2 cm max,riferibili in prima ipotesi ad espansi miometriali,con buona evidenza e regolare segnale della linea giunzionale.
A sede annessiale sinistra e parasigmoidea,rilievo di formazione polilobata,finemente settata,di tipo complex(circa 7 cm max), a tratti apparentemente tubuliforme,a prevalente segnale di tipo idrico,ma con componente sovraidrica nodulare di circa 3 cm,che presenta discreto enhancement post-contrastografico,come le pareti della cisti stessa.Tale formazione,inferiormente,giunge fino alla fascia mesorettale sinistra appena ispessita da esiti chirurgici.Reperto non univoco,anche compatibile con recidiva annessiale sinistra anche in virtù dell'anamnesi e della negatività dell'indagine TC di marzo 2012.
.Non potrebbe essere un cedimento dell'intestino, visto che si trova proprio vicino ai punti del precedente intervento-Chiedo cortesemente di rispondermi al più presto perchè non sappiamo che cos'è e come è possibile che sia uscita questa neoformazione se tutti gli esami fatti in questi anni sono sempre stati negativi.Se deve essere asportata subito o si può aspettare dopo queste feste.Visto che mamma va ripetendo che lei non vuole sapere niente fino a dopo natale.
Grazie e cordiali saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Andrea Favara
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Non credi si tratti di un 'cedimento' dell' intestino dalla descrizione tuttavia considerata la storia clinica e l' aspetto alla rmn l' asportazione chirurgica credo sia da considerare.Auguri!
[#2] dopo  
Utente 625XXX

Iscritto dal 2008
La ringrazio per l'immediata risposta, ma è una formazione tumorale? Se sì come è possibile che si sia formata in così poco tempo, visto che la tac con contrasto effettuata a marzo era negativa e la colonscopia effetuata a settembre 2011 non ha evidenziata alcuna lesione a carico del colon?.Dovrebbe ripetere la colonscopia e l'intervento è necessario?.Mi scusi per le troppe domande, ma noi profani
in questi momenti siamo molto confusi.
grazie di nuovo.
[#3] dopo  
Dr. Andrea Favara
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
La colonscopia non permette di vedere eventuali neoformazioni al di fuori del colon ,mentre la crescita puo' essere stata rapida e quindi non visibile alla tc. La natura della lesione non è definita.Prego.
[#4] dopo  
Utente 625XXX

Iscritto dal 2008
Sono passati più di quattro mesi ,dalla prima RMN di mamma, l'esame istologico dell'utero è stato negativo, ci hanno fatto ripetere una colonscopia anch'essa negativa, markers negativi, abbiamo fatto fare una nuova consulenza ginecologica, l'oncologo che segue mamma ci ha dato indicazioni all'operazione chirurgica, ma siamo preoccupati perché alcuni medici mettono sempre in evidenza che, a 82 anni, l'intervento comporta rischi. Mamma ha ripetuto la RMN senza contrasto questa la risposta:
Linfonodi :Non linfoadenopatie addominali superiori. Pericentimetrici elementi linfodonali a sede inguinale bilateralmente (11 mm)
Peritoneo: Non si apprezzano falde liquide nell'addome superiore né nello scavo pelvico.
Pelvi: utero di dimensioni regolari per l'età(DL 45 mm)a intensità di segnale inomogenea per evidenza di alcune formazioni miomatose intramurali, di cui la maggiore a corpo (15 mm) a sede paramediana sx. A sede annessiale sx ,si apprezza formazione cistica complessa delle dimensioni di circa 40x52x42 mm(APxLLxCC) che mostra setti interni ed irregolare componente solida parietale. Formazione cistica a sede annessiale dx (18mm).La cisti, considerando le due RMN dove si trova , vicino all'ovaio o all'intestino? Perchè il ginecologo che deve operare ha detto che dovrà essere presente anche un chirurgo perché la cisti potrebbe essere attaccata all'intestino. Cosa ne pensa? Ma è davvero così rischioso operare una persona di 82 anni anche se non ha problemi di cuore o diabete? Se non operassimo mamma che potrebbe succedere?Grazie
[#5] dopo  
Dr. Andrea Favara
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
La sede sembrerebbe essere l' ovaio e l' opinione del suo ginecologo è condivisibile.Il rischio operatorio varia in base a diversi fattori e l' età è uno dei tanti.Prego
[#6] dopo  
Utente 625XXX

Iscritto dal 2008
Se non la operassimo, cosa potrebbe succedere? E' più rischioso operarla o no?
grazie