Utente 243XXX
Gent.li dottori, porgo a voi questo enorme quesito che ormai da un paio d'anni porto sul groppone nella speranza di ricevere un aiuto.

Soffro di un disturbo erettivo che si presenta saltuariamente, nel senso che a volte non riscontro problemi mentre a volte o perdo l'erezione durante il rapporto o non riesco persino ad averla o a volte non è sufficientemente forte, poi magari per un mese tutto fila liscio. Ho già effettuto una visita andrologica consigliatami dal mio mediico di base, la dott.ssa che ha effettuato la visita mi ha prescritto cialis 5mg da usare solo nei giorni in cui riscontrassi il problema, riscontrandomi il frenulo breve, e dicendomi che esso poteva portare anche questi problemi e rimandandomi ad una seconda visita 3 mesi dopo per vedere se andava meglio, ora 3 mesi sono passati ma la visita non l'ho ancora fatta, e ho si avuto riscontri positivi nell'uso del cialis ma solo ed esclusivamente quando lo assumo, ora volevo chiedervi se effettivamente è una diagnosi plausibile perchè io non ho mai provato dolore durante il rapporto e nemmeno fastidio creato da questo frenulo breve. Queste mancate erezioni mi portano in un circolo vizioso che solo con l'uso di cialis per qualche giorno riesco a superare. Aggiungo inoltre che con l'assunzione del cialis il pene durante l'erezione risulta molto più duro a confronto di un'erezione naturale. Spero sappiate aiutarmi o darmi qualche indicazione. Per qualsiasi altra informazione sono a dispsizione. Scusatemi per il linguaggio poco tecnico. Grazie a tutti in anticipo.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
un deficit erettivo deve essere inquadrato in una causa: psicologica, circolatoria, ormonale, metabolica, neurologica, prostatica. Detto questo si cura la causa e se necessita si danno pastiglie quale quella che lei sta asumendo. Pertanto veda di chiarire con la collega la causa del problema, che se saltuario un causa psicogena è da pensdare per prima, ed agisca su quella. Se non sente dolore alla penetrazione dubito che la brevità del frenulo possa avere un qualche ruolo.
[#2] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Caro Utente,personalmente approfondirei l'aspetto diagnostico al fine di evitare,taraltro ,voli di fantasia ed assunzioni farmacologiche improprie.Cia aggiorni in merito,se ritiene.Cordialità.