Utente 283XXX
Salve, mi scuso in anticipo per la lunghezza del testo.

Oggetto : Dolore alla schiena zona lombare con insorgenza di fastidio anale e punta del glande dopo fisioterapia.

I dolori alla schiena, più precisamente alla zona lombare, sono comparsi senza preavviso i primi giorni di Ottobre. Il mio medico di base, pensando inizialmente ad uno strappo muscolare, mi ha prescritto il Brufen 800Mg per 5 giorni. Successivamente il Muscoril 4Mg. e il Ketoprofene 200MG per altri 5 giorni. Visto che il dolore non accennava a diminuire, ho prenotato una risonanza magnetica, che ha evidenziato una debordanza dell'anello fibroso sul disco L5-S1.
Successivamente ho prenotato una visita specialistica dal fisiatra, che ha evidenziato una lombalgia recidivante e sotto consiglio medico, ho intrapreso un trattamento di tipo rieducativo.
Cominciato il trattamento, per la prima settimana ho realmente constatato un miglioramento ai dolori lombari, il problema è comparso nella seconda settimana di trattamento, quando improvvisamente è comparso un forte fastidio alla zona anale (prurito, difficoltà a rimanere seduti, fastidio) e un arrossamento nella punta del glande (lieve fastidio a portare indumenti stretti, sensazione di sfregamento aumentata). La fisioterapista con la quale lavoravo, mi ha fatto cambiare immediatamente esercizi e ha ipotizzato una infiammazione della zona pelvica. Successivamente mi sono rivolto nuovamente al mio medico di base, ma dopo un'analisi al retto, non ha riscontrato nulla di anomalo, tranne un lieve arrossamento alla punta del glande. Il medico mi ha quindi prescritto una visita chirurgica anoscopica ma essendo molto invasiva, preferisco provare qualcosa di alternativo. Non ho problemi nella minzione e nell'espletamento delle feci.
Ad oggi, accuso ancora i dolori alla schiena nella zona lombare e i fastidi anali e del glande. Questi dolori si intensificano quando rimango seduto o in piedi per lunghi periodi e quando siedo sulla sella della moto. I dolori diminuiscono quando effettuo esercizi di stretching e quando sono a letto disteso sul fianco.
Mi rivolgo a voi, perché il problema comincia a diventare debilitante e prima di intraprendere visite invasive, vorrei poter analizzare soluzioni alternative.
Il problema all'ano e al glande, può veramente essere stato causato dagli esercizi di rinforzamento muscolare fatti per migliorare il dolore alla schiena ?
E' normale che dopo più di 3 mesi il dolore alla zona lombare continui ?
Un esame del sangue/feci/urina può essere utile ?

Ringrazio per l'attenzione e la cortesia.
Sicuro di una vostra risposta.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Luigi Mocci
40% attività
4% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
Salve,
è tutto un pò strano. A prima vista il problema alle mucose potrebbe anche avere una causa banale, non corelata al problema di tipo fisiatrico. Operativamente, consiglio di effettuare una visita dermatologica onde inquadrare e gestire il problema mucoso, poi procedere parallelamente col resto

Saluti ed Auguri
[#2] dopo  
Utente 283XXX

Iscritto dal 2012
Salve dottore, la ringrazio per la risposta.

Ho fatto richiesta per una visita dermatologica, come da lei suggeritomi, ora sono in attesa dell'appuntamento ma i tempi di attesa sono piuttosto lunghi.

In questa ultima settimana, il fastidio all'ano è andato via via diminuendo, mentre il fastidio alla punta del glande permane.
Nella sua precedente risposta, ha fatto riferimento ad una probabile causa banale per il problema alle mucose, secondo il suo parere questa iper-sensibilità a cosa sarebbe dovuta ?
Immagino che sia difficile per un medico, sbilanciarsi in un parere senza poter osservare dal vivo il problema ma sicuramente visto il bagaglio di esperienze cha ha maturato, un idea probabilmente se l'è già fatta no?

Ringrazio per l'attenzione e la cortesia.
Sicuro di una vostra risposta.
[#3] dopo  
Utente 283XXX

Iscritto dal 2012
Salve dottore, ho finalmente il risultato della visita dermatologica.

Ho contratto quello che il medico specialista ha chiamato fungo da spogliatoio, presente sia sul glande, sia nella zona anale.

Il medico mi ha prescritto :
Rifocin la mattina e la sera.
Desarix la mattina dopo il rifocin.
Silac pasta la sera dopo il rifocin.
e pastiglie di Macrocea 2 volte al giorno.

La cura dura 10-15 giorni.
Ho cominciato la cura da circa 2 giorni ma ho alcune perplessità.

- Il rifocin è un liquido rosso, che devo porre sulla zona infiammata/fungo, quello che non riesco a capire è perchè il medico mi ha detto di lasciarlo agire per 2-3 minuti e poi tamponare con un fazzoletto per eliminare il residuo.
Altra cosa riguardante il rifocin, la farmacista che mi ha venduto il prodotto, mi ha fatto notare che la confezione scade dopo circa 10 giorni l'apertura. Visto che la cura dura 10-15 giorni, i rimanenti 5 giorni devo comprare un'ulteriore confezione di rifocin o proseguo solo con le due pomate?

- Quando spalmo il desarix (pasta con proprietà antifungina) avverto una lieve irritazione durante la giornata e anche nella minzione, è normale?

- Il medico mi ha consigliato l'uso delle pomate, la mattina presto intorno alle 8 e la sera prima di coricarmi verso le 23. Ho capito che le pomate devono agire per circa 8 ore, trascorso questo periodo di tempo, posso lavarmi le zone (glande e ano) prima di ripetere le procedure? Ad esempio alle 16.00 ?

La ringrazio per il suggerimento della visita dermatologica.
Ringrazio per l'attenzione e la cortesia.
Sicuro di una vostra risposta.