Utente 229XXX
Buongiorno!!
la settimana scorsa sono stata sottoposta a dilatazione in seguito a restringimento dell'anastomosi...quest'estate sn stata operata per rimuovere le parti intestinali "malate" a causa del morbo di Crohn...da allora sn stata seguita da dietologi poichè la malattia mi aveva portata ad un peso di c.ca 42 kg..un po' poco!! due settimane fa, al controllo dai dietologi, mi è stato riferito che avevo valori molto bassi di sodio..il numero preciso nn mi è stato detto ma la volta precedente era già al minimo(il valore era 24)...mi hanno allora prescritto delle fisiologiche(ho il picc al braccio sx), ma pochi giorni dopo mi hanno chiamata x la dilatazione quindi nn sn riuscita ad iniziare le fisiologiche. Ho avvisato il chirurgo ma dalle analisi è emerso che avevo valori normali di sodio..cosa strana nel giro di qualche giorno!! mercoledì sn stata "dilatata"..giovedì ero a casa..ma da sabato pomeriggio e soprattutto domenica ho iniziato ad avvertire un senso di svenimento, nausea, fiatone anke se faccio poco, tachicardia...la mia domanda è..a cosa è dovuto tutto ciò?? può essere di nuovo una mancanza di sodio(anke se bevo molto di più!) o può essere qualche effetto della dilatazione? Grazie in anticipo x la pazienza e la disponibilità!
P:S: è possibile fare un prelievo del sangue in cui ti danno i risultati in giornata, solo con una prescrizione del medico di base??o bisogna x forza andare in pronto soccorso??

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Roberto Rossi
40% attività
16% attualità
16% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Se non ha dolore le sensazioni descritte non sono correlabili con la dilatazione. Credo pertanto utile un controllo degli esami ematologici. Se il disturbo non è particolarmente invalidante è sufficiente chiedere al curante di prescrivere gli esami. In caso i sintomi diventassero importanti allora è consigliabile nel caso non sia possibile una visita urgente da parte del medico curante,il ricorso al PS.
[#2] dopo  
Utente 229XXX

Iscritto dal 2011
grazie mille dottore!!no per fortuna non ho dolore..però i sintomi sono abbastanza fastidiosi...ho deciso che stasera farò una fisiologica e se la situazione non migliora andrò a fare degli esami del sangue..grazie ancora per la disponibilità! buon pomeriggio!!
[#3] dopo  
Dr. Lucio Pennetti
32% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2009
Gentile utente,sarebbe utile conoscere l'entita' delle resezioni intestinali.Il deficit di sodio potrebbe dipendere da uno scarso assorbimento per intestino corto.Questa e' una causa,ma la persistenza del problema con i sintomi riferiti,richiede un approfondimento diagnostico che consenta di intervenire nella giusta direzione in quanto l'iposodiemia può essere da diluizione,da deficit di ormone anti diuretico etc..
Saluti
[#4] dopo  
Utente 229XXX

Iscritto dal 2011
Mi sono stati asportati l'ileo terminale, il cieco, il sigma e una parte sopra il sigma(la lunghezza precisa non la so perché quando il chirurgo ha aperto ha visto che era infiammata anche una parte sopra il sigma), quindi, da quanto mi è stato riferito, dovrebbe ancora potersi considerare un intestino "lungo".
Inizialmente mi avevano detto che avrei dovuto intensificare l'introduzione di acqua proprio perché. non passando dal colon, avrei trattenuto meno liquidi.
Grazie per la risposta dottore!! Saluti