Utente 289XXX
Ho notato che se indosso pantaloni di abiti in "pura lana vergine" (tessuto proveniente da lana nuova di tosa), avverto un certo prurito alle gambe esposte al tessuto, soprattutto quando l'epidermide è a stretto contatto con il tessuto stesso.
Se invece indosso pantaloni di lana rigenerata (100% Lana) non avverto alcun prurito e la sensazione a contatto con la pelle è analoga ad un tessuto come il cotone.

Vorrei sapere a cosa potrebbe essere ricondotto questo sintomo e se posso fare qualcosa sul tessuto o sulla pelle per evitare questa problematica.

Grazie mille.
Cordiali saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
156628

Cancellato nel 2015
Egregio utente,
per quanto riferisce, è logicamente ipotizzabile che il trattamento di rigenerazione determini la perdita della "proprietà" di provocarLe il prurito. In pratica, sebbene abbiano lo stesso nome, da un punto di vista fisico-chimico, lana vergine e lana rigenerata non sono esattamente lo stesso prodotto.
Se volesse indagare minimamente sul versante allergico, può consultare uno specialista per completare l'anamnesi ed eventualmente eseguire dei test.
Dal punto di vista pratico, banalmente, si può solo consigliare di preferire la lana rigenerata alla lana vergine.
Saluti,