Utente 854XXX
Buongiorno
Le scrivo per un problema insorto a mia madre. Qualche giorno fa le sono comparse sulle braccia, poi sulle gambe e piedi e successivamente su pancia e schiena delle macchie rosse. Inizialmente si pensava fosse un'allergia alimentare, ma il dermatologo, dopo una visita, ha collegato tale evento ad un precedente mal di gola, durato per parecchi giorni e la diagnosi è stata psoriasi puntinata. Siamo in attesa degli esami del sangue. Come terapia le è stata consigliata una crema, ora io non ricordo il nome, che permette alla pelle di non squamarsi e di prendere il sole, ma non di fare lampade. I tempi di guarigione dicono sono abbastanza lunghi.
Le domande sono queste:
- anche secondo voi è opportuno evitare le lampade? Chiedo questo perchè un altro dermatolo ad una persona che ha avuto un problema analogo le aveva consigliate di breve durata;
- è possibile che tale sfogo sia dovuto ad un affaticamento fisico e mentale e ad una continua ansia?
- i tempi di guarigione sono effettivamente lunghi e soprattutto è possibile che tale disturbo ricompaia?
Spero di essere stata sufficientemente chiara.
Grazie per la disponibilità

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Alessandro Benini
28% attività
0% attualità
16% socialità
OSTRA (AN)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2000
Gentile Utente, la psoriasi acuta guttata è frequentemente preceduta da un'infezione rinofaringea (i fattori infettivi insieme a quelli genetici e psicologici rientrano nell'eziologia della psoriasi in genere).La risoluzione può andare alla lunga,non si è scevri da recidive o dalla comparsa di altre forme di psoriasi come quella volgare per fare un esempio.Tra le varie terapie, della forma di cui stiamo parlando, rientrano anche gli antibiotici a cui possiamo associare la fototerapia UVB(che nulla a che vedere con le lampade dei centri estetici).Il tutto deve comunque essere deciso dal Dermatologo che ha in cura la paziente che ne risulta affetta.
Cari saluti
[#2] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Proporrei comunque e ad ogni modo, vista la presuta età (che suppongo in media fra i 55 ed i 63 anni) il nuovo controllo dermatologico ad un mese dall'insorgenza:

La visita che avete effettuato è d'elezione pertanto la diagnosi accurata, ma gli iniziali dubbi che ci scrive dalla lettura del suo caso debbono comunque essere messi in differenziazione con molteplici altre situazioni: dico questo non per ingenerare dubbi ulteriori - la sede certo non ce lo permette - ma per far comprendere come il rapporto con il dermatologo (ivi comprese le domande che pone a noi) dovrà essere continuato per qualche altro controllo successivo.

cari saluti