Utente 210XXX
Gentili Dottori,
così come testimoniano i numerosi messaggi già inoltrati ai vostri colleghi,le richieste di aiuto e di chiarimento, mi ritrovo a combattere con la candida vaginale da ben due anni : esattamente dal febbraio 2011. all'inizio il fungo si era manifestato con un lieve prurito nella zona genitale che interessava sia me che il mio fidanzato. successivamente la situazione è peggiorata... non è trascorso mese senza che i sintomi si ripresentassero,sono comparsi dei "puntini" rossi sul glande,e l'infezione si è estesa anche nella zona anale quasi fino alla schiena. inutile ricapitolarvi tutte le terapie a base di fluconazolo per os, prodotti topici,ovuli di fermenti lattici e lavande varie : tutto vano,tutto inutile. non appena termino la terapia,i fastidi ricominciano... ed io,ed il mio fidanzato,rischiamo a breve un ricovero in psichiatria perchè questo problema ci sta condizionando la vita in tutti i sensi. ormai non siamo più liberi di avere rapporti sessuali serenamente per via di bruciori,dolori e perdite. non ci sentiamo nemmeno più liberi di prenderci qualche giorno per noi,un week end fuori,perchè i fastidi ci costringono a doverci servire continuamente di un bagno,dell'acqua! così non riusciamo più ad andare avanti... pensiamo che l'ultima alternativa sia la medicina non convenzionale,l'omeopatia magari! viviamo in calabria,non abbiamo contatti ai quali rivolgerci... e purtroppo i dottori che abbiamo consultato,sono tutti scettici a tal riguardo e insistono per la continuazione delle terapie convenzionali. ma fino a che punto posso assumere questi farmaci senza sortire effetti dannosi per l'organismo?perlopiù senza risolvere nulla!? spero in una vostra indicazione,non dico terapeutica,ma quantomeno che possa indirizzarci verso un approccio migliore alla patologia. chiedo scusa se mi sono dilungata,e se la presente ha le parvenze di uno sfogo...lo è!
grazie in anticipo e buon lavoro!
[#1] dopo  
Dr. Riccardo Ferrero Leone
44% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

dovete sicuramente tentare una via alternativa/integrata alla terapia svolta sino ad ora;
le posso assicurare che molto spesso si riesce a risolvere il problema candida con successo.
In medicina non convenzionale abbiamo a disposizione fitoterapici, omeopatici, omotossicologici per rinforzare il sistema immunitario ed agire in maniera specifica contro la candida; cerchi aiuto da colleghi esperti in queste discipline nella sua zona.

Codialmente.
[#2] dopo  
Utente 210XXX

Iscritto dal 2011
Gentile dottore
grazie per aver risposto alla mia richiesta di consulto. Ho fatto numerose ricerche,ma finora non sono riuscita a trovare un omeopata nella mia zona...e non so a chi altro rivolgermi. il mio medico curante dice che non è la soluzione giusta.
sono sempre più disperata,credo davvero che non guarirò mai più. anzi ne ho la certezza,forse devo solo abituarmi a convivere con questa problematica.
[#3] dopo  
Dr. Riccardo Ferrero Leone
44% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
La soluzione giusta è...quella che funziona!
A priori nessuno può sentenziare sulla validità o meno di una terapia suggerita, provata e verificata da tanti colleghi su altrettanti pazienti, anzi tutt'altro!

Non disperi e smonti questa "certezza" di dover convivere con la candida...cerchi ancora.

Molto cordialmente.