Utente 294XXX
Ho 51 anni e da circa 6 anni sono affetta da sarcoidosi polmonare trattata per 4 anni con cortisone e plaquenil. Da circa un anno è regredita e ho sospeso tutte le medicine.Non presento problemi di ipertensione. Da circa tre mesi soffro di extrasistole, il cardiologo mi ha fatto fare il test ergonometrico che è risultato negativo per ischemia miocardica inducibile dallo sforzo. Ho fatto un' ecocardiogramma color doppler il risultato è: Ventricolo sn. di normali dimensioni endocavitarie con aumento degli spessori parietali. Normale cinesi e funzione di pompa. FE: 65%. Atri nei limiti della norma. RFadice aortica ed arco aortico nella norma. Ventricolo dx nella norma per dimensioni, spessori e cinesi. Pericardio indenne. Al color doppler: Aumento della velocità onda A pattern mitralico. Lieve IM ed d IT. Pressione polmonare nei limiti della norma. Per finire ho fatto l'holter, il commento è: Ritmo sinusale a f.c. media di circa 97 b\m' (minima di 55 e massima di 159 b\m'). 36 battiti ectopici ventricolari di cui 1 coppia ventricolare. 4 battiti ectopici sopraventricolari isolati. Assenza di pause patologiche. Assenza di modificazioni del tratto ST-T significative per ischemia miocardica transitoria. La mia domanda è: posso stare tranquilla o devo fare ulteriori controlli visto la presenza della sarcoidosi?, ho preso l'appuntamento per una visita cardiologica per far visionare gli esami ma, dovrò pazientare ancora un mese. Grazie mille
[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Sicuramente non si tratta di una situazione preoccupante, ma deve essere inserita in un contesto clinico valutabile solo con una visita cardiologica. Aspetti tranquillamente di farla....
Saluti
[#2] dopo  
Utente 294XXX

Iscritto dal 2013
Grazie per la tempestività della risposta.