Utente 294XXX
Ho 51 anni e da circa 6 anni sono affetta da sarcoidosi polmonare trattata per 4 anni con cortisone e plaquenil. Da circa un anno è regredita e ho sospeso tutte le medicine.Non presento problemi di ipertensione. Da circa tre mesi soffro di extrasistole, il cardiologo mi ha fatto fare il test ergonometrico che è risultato negativo per ischemia miocardica inducibile dallo sforzo. Ho fatto un' ecocardiogramma color doppler il risultato è: Ventricolo sn. di normali dimensioni endocavitarie con aumento degli spessori parietali. Normale cinesi e funzione di pompa. FE: 65%. Atri nei limiti della norma. RFadice aortica ed arco aortico nella norma. Ventricolo dx nella norma per dimensioni, spessori e cinesi. Pericardio indenne. Al color doppler: Aumento della velocità onda A pattern mitralico. Lieve IM ed d IT. Pressione polmonare nei limiti della norma. Per finire ho fatto l'holter, il commento è: Ritmo sinusale a f.c. media di circa 97 b\m' (minima di 55 e massima di 159 b\m'). 36 battiti ectopici ventricolari di cui 1 coppia ventricolare. 4 battiti ectopici sopraventricolari isolati. Assenza di pause patologiche. Assenza di modificazioni del tratto ST-T significative per ischemia miocardica transitoria. La mia domanda è: posso stare tranquilla o devo fare ulteriori controlli visto la presenza della sarcoidosi?, ho preso l'appuntamento per una visita cardiologica per far visionare gli esami ma, dovrò pazientare ancora un mese. Grazie mille

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Sicuramente non si tratta di una situazione preoccupante, ma deve essere inserita in un contesto clinico valutabile solo con una visita cardiologica. Aspetti tranquillamente di farla....
Saluti
[#2] dopo  
Utente 294XXX

Iscritto dal 2013
Grazie per la tempestività della risposta.