Utente 284XXX
Gentili dottori,
sono affetta ormai da tre anni da una cheilite all'emilabbro inferiore nella parte sinistra, localizzato dove per anni ho avuto ripetuti episodi di herpes, e che nonostante le diverse pomate che mi sono state prescritte dai dermatologi, continua a esfoliare nello stesso punto in maniera ossessionante. Il fenomeno si verifica ogni due o tre giorni solo nella stagione invernale, mentre in estate molto più raramente, circa una volta ogni 30-40 giorni circa.
Il problema è stato sottoposto a due specialisti con scarsi risultati e poche spiegazioni al riguardo.
In buona sostanza mi trovo ad avere il problema non ancora risolto, sebbene abbia provato di tutto oltre le cure topiche prescritte dagli specialisti: miele, limone, prodotti specifici supervitaminici, olio Vea, carote, agrumi in grosse quantità, lievito di birra, molta acqua, vitamina C. Ho ottenuto qualche risultato nelle prime settimane e poi più nulla.
Nel solito punto critico la pelle comincia a seccare, si indurisce, si alza, scoprendo una mucosa perfettamente integra senza nessuna lesione e cade. La nuova mucosa rimane normale per due o tre giorni e poi ricomincia a seccare e sollevarsi e il ciclo riprende.
Ho inoltre timore che tale problema possa diventare più serio. Ho letto recentemente di un carcinoma sviluppatosi su una precedente cheilite esfoliante ulcerativa (o ulcerata).
Vorrei capire anche se l'evoluzione in carcinoma del labbro può verificarsi conseguentemente al fatto che il labbro sfoglia continuamente, o sono due cose scollegate. Cosa devo fare per evitare che succeda? Vi prego di delucidarmi in merito.
Ho 54 anni, non sono fumatrice, non prendo mai il sole e quando esco metto lo stick a protezione 50 sul labbro.
Chiedo se qualcuno ha trattato un caso analogo e può aiutarmi in qualche modo.
Grazie infinite.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Silvia Suetti
36% attività
4% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2010
Prenota una visita specialistica
Gentilissima

il labbro inferiore, è per conformazione anatomica, quello che riceve il maggior numero di raggi ultravioletti, soprattutto nelle persone che non si espongono direttamente al sole (a causa dell'ortostatismo): in questa sede difatti si trovano il maggior numero di lesioni cancerose e precancerose delle labbra dovute alla cronica esposizione ai raggi UV.

Direi che lei debba comporre una buona visita dermatologica per una precisa diagnosi.

La effettui con fiducia

carissimi saluti
[#2] dopo  
Utente 284XXX

Iscritto dal 2013
Gent. Dott.ssa Suetti, la ringrazio per la risposta, avendo già consultato due dermatologi (uno dei quali dell'Ospedale dermatologico San Lazzaro delle Molinette di Torino), ma non essendo arrivati a capo di nulla, speravo lei mi potesse dare qualche suggerimento circa il mio problema.
Mi chiedo quale altro dermatologo devo cercare, e dove, per saperne qualcosa di più.
Grazie infinite.
Cordiali saluti.