Utente 278XXX
Gentili Dottori vorrei un vostro parere, da quando andavo a scuola non ho mai fatto colazione la mattina, mangiavo direttamente alle 15 quando tornavo da scuola e non ho mai avuto problemi, oggi faccio l'università e ho continuato con questa abitudine, da circa 5 o 6 mesi ho cominciato ad avere problemi, improvvisamente comincia a girarmi la testa, mi sento svenire, mi sento debole, vampate di calore, mi sento confusa e inizio ad avere la tachicardia, prima mi succedeva una volta ogni tanto mentre ora mi capita tutti i giorni, ho notato che se mangio passa, anche oggi stessa cosa poi ho mangiato un pezzetto di cioccolato e dopo un po' sono stata meglio, da cosa può dipendere? ho fatto anche la curva da carico di glucosio perchè avevo un pò l'insulina alta ma è uscita normale. vi ringrazio cordiali saluti.
[#1] dopo  
Dr. Serafino Pietro Marcolongo
56% attività
12% attualità
20% socialità
SALERNO (SA)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2009
Prenota una visita specialistica
Gent. utente,

saltare la colazione è uno degli errori più grossi che si possa fare, soprattutto quando la mattinata ci vede impegnati con attività fisiche o intelletive (come nel Suo caso) che richiedono energia.

Se considera che il 15 % circa dell'introito energetico giornaliero ottenuto dall'alimentazione deve essere introdotto con la colazione, si spiega come è facile vivere male la prima frazione della giornata e rischiare stati ipoglicemici come nel Suo caso.

Sappia poi che in condizioni particolari

http://www.medicitalia.it/consulti/Medicina-generale/318215/Sovrappeso

è sempre consigliabile ripartire le calorie giornaliere anche a colazione!


Per un utile approfondimento:

http://www.medicitalia.it/serafinopietromarcolongo/news/2737/Dieta-e-rieducazione-alimentare


Cordiali saluti.
[#2] dopo  
278002

dal 2014
La ringrazio molto per tutti questi consigli, il mio problema è che la mattina non ho fame e se mangio la mattina poi non riesco a mangiare a pranzo, inoltre mi sveglio molto presto e qualche volta ho provato a mangiare qualcosa tipo un biscotto ma a metà mattinata comincio ad avere i soliti sintomi. per quanto riguarda il sovrappeso io credo di mangiare poco ma non riesco a perdere peso, per farle un esempio oggi ho mangiato a pranzo un paio di cucchiai di pasta con un filo d'olio e a cena un paio di cucchiai di lenticchie, per il resto della giornata non ho toccato nient'altro, l'aumento di peso il medico dell'ecografia l'ha attribuito all'ovaio policistico anche se ancora non ha fatto una diagnosi certa e mi ha detto che anche se la curva da carico di glucosio è nella norma ma altre volte l'insulina è alta e quindi avrei anche una insulino resistenza, io gli ho chiesto se potevo prendere la metformina che prima prendevo e mi sentivo anche meglio e mi ha detto che i livelli di insulina si devono far abbassare senza farmaci, allora pensavo che una volta fatta la diagnosi di ovaio policistico avrei preso la pillola e forse avrei risolto tutti i problemi invece ho letto che addirittura la pillola fa ingrassare, ci manca solo che ingrasso ancora! già mangio poco perchè sennò ingrasso, se ingrasso anche con la pillola dovrò smettere proprio di mangiare. che si fa in questi casi? io comunque cercherò di fare colazione la mattina anche se sono molto insicura, più calorie aggiungo e più le probabilità di perdere peso diminuiscono. la ringrazio tanto, è stato molto gentile. cordiali saluti.