Utente 190XXX
mio padre ha 84 anni ha subito un angioplastica coronaria con stent e da allora assume betabloccanti congescor da 5 mg per il controllo della prerssione, negli ultimi tempi lamentava forte debolezza e nausea ma non si riusciva a capire a causa di cosa, dalle analisi non veniva fuori nulla ma controllando la pressione varie volte riscontravo una pressione sia sistolica che distolica alquanto bassa, rispettivamente 110-58 per cui ho dimezzato la compressa di betabloccante e da allora mio padre si sente molto meglio, non sente nausea non si lamenta di sentirsi debole e la cosa piu importante ha ricominciato a mangiare con gusto, è chiaro che il tutto era dovuto a pressione bassa ma la mia preoccupazione è dovuta alle motivazioni che possano portare a un abbassamento di pressione, nel senso che lui avendo avuto un infarto al miocardo per occlusione alla coronaria ha bisogno di una terapia di beetabloccante la dose di 5 mg è andata bene per anni ma all'improvviso non la tollera piu, cosa può essere successo? da ecografia e elettrogardiogramma non risulta nulla di significativamente preoccupante, cosa potete dirmi a proposito? e soprattutto ho fatto bene a diminuire il farmaco?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Ha fatto malissimo a diminuire il farmaco di sua iniziativa...tralaltro i disturbi che descrive non sono del tutto giustificati dai valori pressori che riporta e potrebbero invece essere correlati a battiti troppo lenti (magari anche indotti dal farmaco), ma questo è proprio l'obiettivo della terapia betabloccante negli ischemici....Si rivolga al più presto a un cardiologo di sua fiducia e non prenda più iniziative del genere, che possono anche essere pericolose..
Cordialità
[#2] dopo  
Utente 190XXX

Iscritto dal 2011
la ringrazio per avermi risposto ma mi ero dimenticato di scrivere che la frequenza cardiaca prima era intorno ai 55 e adesso che ho ridotto il farmaco si aggira intorno ai 60-62 e che la pressione non supera i 125 la lmassima e la minima 65, alla luce di cio lei pensa che non sia possibile che la dose di 5 mg possa essere troppo per mio padre? capisco che devo riportarlo dal cardiologo ma nel frattempo (passerà una settimana ) meglio la dose intera o metà?
[#3] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Non credo che il cardicor gli sia stato prescritto per il controllo della pressione...ci sono altri farmaci più adeguati per questo...comunque visto che oramai gli ha già dimezzato la dose continui così, ma ripeto al più presto faccia rivalutare il tutto da un medico...
saluti