Utente 298XXX
Buonasera a tutti,
avevo una domanda in merito ad una recente mini-operazione che ho affettuato su una cicatrice che ho sulla gamba. Essendo piccola e piatta (7 cm circa) il medico chirurgo mi ha "bruciato" la pelle con una piccola pennetta, se non erro la tecnica si chiama dermoabrasione, dicendomi che avrebbe fatto la crosta, questa sarebbe caduta e poi piano piano la pelle si sarebbe rimarginata e uniformata...come accade appunto per le bruciature.

La mia domanda è: adesso che la crosta è caduta posso tornare a frequentare le piscine? Il cloro rallenta e/o impedisce la corretta guarigione di questo piccolo intervento?
Ho comprato dei cerotti chiamati Cutiflex Acqua Stop della Master-Aid...nel caso la cicatrice non dovesse entrare in contatto con il cloro, possono essere una protezione sufficiente?

RingraziandoVi in anticipo della risposta,
auguro una buona serata

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Roberto Rossi
40% attività
16% attualità
16% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Non deve avere alcuna preoccupazione poiché il cloro non inciderà sulla guarigione della lesione superficiale.
[#2] dopo  
Dr. Lucio Pennetti
32% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2009
Aggiungo solo che di solito in piscina non si può accedere con alcun tipo di medicazione.Infatti la sua presenza indica lesione attiva e quindi non è consentito l'ingresso in acqua.Pertanto se la cicatrizzazione e' completa non metta nulla ,ma si ricordi che dopo la doccia per la rimozione del cloro e' utile applicare crema idratante.
Saluti