Utente 273XXX
Buongiorno,
sono un ragazzo di 26 anni, da qualche mese soffro di disfunzione erettile, caratterizzata da assenza di erezione durante il rapporto e anche durante la masturbazione. Il problema si è presentato non gradualmente, ma quasi da un giorno all'altro.
Mi sono rivolto ad un andrologo il quale, dopo la prima visita, mi ha prescritto una cura di 15 giorni di Cialis 5mg, rassicurandomi sul fatto che, vista la mia età, il problema è di natura psicogena.
Ho effettuato anche delle analisi del sangue e del testosterone e prolattina, non riscontrando nessuna anomalia nei valori. I valori di testosterone e prolattina sono i seguenti: Testosterone 4,75 ng/ml, Prolattina 15,80 ng/ml.
Non riuscendo a risolvere il problema, l'andrologo mi ha consigliato un ecocolordoppler penieno, il cui risultato è il seguente:
'Dopo la somministrazione di Pgel(10mcg)...in erezione non si riscontrano anomalie significative dell'ecostruttura cavernosa e del profilo albugine e/o settale. L'indagine velocimetrica registra normali PVS a livello delle arterie cavernose, 46 cm/sec a sinistra e 84 cm/sec a destra. Assenza di anomalie di deflusso venoso dorsale profondo e assenza di vasi di shunt cavernoso-spongioso emodinamicamente significativi, in fase eretta.Conclusioni: indagine nei limiti della norma.'
Tengo a precisare che durante l'ecocolordoppler ho percepito un'erezione poco rigida, nonostante l'andrologo mi dicesse che l'erezione c'era ed era abbastanza rigida.
Dato il risultato dell'ecocolodoppler, l'andrologo mi ha confermato la sua convizione sull'assenza di problemi organici, consigliandomi di continuare l'assunzione di Cialis.

Ad oggi non riesco ancora a risolvere il problema, continuo a non avere erezioni rigide, ma molto deboli, nè durante il rapporto (sempre con partner fissa) nè con la masturbazione. Inoltre ho notato da un pò di tempo che la mattina non ho quelle erezioni che avevo prima di riscontrare il problema. Alcuni giorni sono completamente assenti, altre sono molto deboli, quasi nulle.

Desideravo chiedere quali altre cause organiche possono esserci, se non è un problema endocrino e non è neanche un problema vascolare, è possibile che ci sia un problema legato al sistema nervoso? O è davvero possibile che il problema sia psicologico?
Grazie per l'attenzione.
Distinti saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Gino Alessandro Scalese
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
A questo punto è necessario eseguire una registrazione della attività erettile notturna (Rigiscan) ed una valutazione psicosessuologica per meglio inquadrare il problema.
Se vuole può leggere l'articolo del collega: http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/184-erezione-fare.html
[#2] dopo  
Utente 273XXX

Iscritto dal 2012
premesso che sia corretto eseguire una registrazione dell'attività erettile notturna. Desideravo sapere se è possibile che un problema psicologico incida sulle erezioni notturne, o meglio, può capitare che non ci sia un problema fisico ma le erezioni notturne siano comunque assenti?
Se il Rigiscan dovesse evidenziare l'assenza di erezioni notturne, quale potrebbe essere il problema, visto che l'ecocolordoppler non ha evidenziato problemi particolari?
[#3] dopo  
Utente 273XXX

Iscritto dal 2012
Il livello di testosterone non è un po' basso?
[#4] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

con un ecocolordoppler nella norma poco ci può dire un monitorizzazione delle erezioni notturne; anche una loro assenza farebbe sempre pensare ad un falso positivo e ad una possibile problematica psicologica.

Lasci perdere il testosterone che spesso in situazioni di stress ed ansia tende ad abbassarsi.

Comunque, se desidera poi avere più informazioni dettagliate su queste tematiche, le consiglio di consultare, se non ancora fatto, anche gl’articoli pubblicati sul nostro sito e visibili agl'indirizzi:

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/184-erezione-fare.html ,

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/1234-nuove-terapie-emergenti-trattamento-disfunzione-erettile-de.html .

Un cordiale saluto.



[#5] dopo  
Dr. Gino Alessandro Scalese
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2000
Un problema psicologico non può in alcun modo influire sulla attività erettile notturna.
[#6] dopo  
Utente 273XXX

Iscritto dal 2012
Gentile Dott. Scalese, se il RIgiscan dovesse evidenziare l'assenza di erezioni notturne quali potrebbero essere le cause? L'ecocolordoppler non ha rilevato nessuna anomalia.
[#7] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

con ecocolordoppler dinamico nella norma le cause possono sempre essere di natura psicologica oppure, se c'è una storia clinica significativa alle spalle, anche un possibile problema neurologico.

Si rilegga il lavori già indicati.

Ancora un cordiale saluto.
[#8] dopo  
Dr. Gino Alessandro Scalese
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2000
Quella da lei presupposta è una evenienza altamente improbabile se non impossibile (assenza di erezioni notturne ad ecocolordoppler normale), perciò è controproducente fare delle ipotesi su eventi improbabili: si creerebbero solo dubbi e possibili somatizzazioni di problemi inesistenti.