Utente 733XXX
salve,
e' la prima volta che scrivo ma ahime' da 3 mesi che cerco consigli leggende le vostre risposte.
vi espongo il mio problema. Da 3 mesi ormai ho dei problemi di erezione.Ho 28 anni e non ho mai avuto prima simili disturbi. Purtroppo a giugno,durante dei preliminari con la mia ragazza, mi sono fatto male sul tronco del pene poco al di sotto del glande.Credo di aver preso una botta e una strusciata, non ci ho dato molto peso e ho continuato il rapporto che pero' non e' andato a buon fine perche' l'erezione e' stata subito difficoltosa.
Nei giorni seguenti il mio pene e' risultato infiammato e sottopelle ,nel punto in cui ho preso questa botta, ho visto e sentito subito un rigonfiamente.Ammetto che sono un tipo ansioso e la parte e' talmente delicata che mi sono preoccupato subito.Il mio medico di famiglia mi ha mandato da un dermatologo che ha evidenziato un ematoma e mi ha dato una semplice crema per lenire l'arrossamente.MA i problemi d'erezione a distanza di 3 mesi ci sono sempre..noto che piu' passa il tempo e piu' miglioro ... ma cmq non sono affatto soddisfacent i miei rapporti. Il pene non riesce ad essere duro come prima e l'erezione dura molto poco..molte volte anche durante il rapporto la sento calare e psicologicamente e' una cosa molto brutta.
Vorrei un consiglio quantomeno rassicurante e ho deciso di andare da un andrologo al piu' presto perche' cosi' mi sto stressando ad ogni rapporto.Sono di latina .

Grazie



Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Utente 733XXX

Iscritto dal 2005
Grazie della risposta celere, anche se mi mette ancora piu' in apprensione.
Ho letto che il Dott.Salacone lavora anche presso l'ospedale di Latina dove anche io risiedo.

Vorrei una risposta anche da lui se possibile e anche fissare un appuntamento al piu'ì presto possibile.
Se il dott.Salacone non e' disponibile vi ringrazierei di fornirmi qualche nome adeguato al mio problema.

grazie mille.