Utente 305XXX
Gentili dottori,
vi scrivo per mia madre, 69enne. A causa di ipertensione arteriosa che fatica a essere sotto controllo (in cura da 2/3 mesi con Triatec 10 mg/die) e ipercolesterolemia (in cura da 2/3 mesi con Torvast 20 mg/die), il medico di base ha ritenuto di eseguire un ECG. Vi inoltro di seguito il referto: A.fisiologica: no fumo, poco caffè, vita mediamente attiva. PA 160/70 pre ass. farmaco 145/70 post. E.O PA 150/80. Aia cardiaca ai limiti, vertigini, giramenti di testa, soffio PMS 2/6 mesocardio diastolico o aortico. No dispnea da sforzo. Presenti dolori della durata di 5-10 minuti. ECG: ritmo bradicardico sinusale a FE 46 min, asse QRS+10° PQ 0.14sec QT:0.42, lieve ritardo dx, onda T neg da V3 a V5. CONCLUSIONI: buon compenso emodinamico, bradicardia sinusale, alterazioni RV, soffio aortico. Utile Holter pressorio, ecocardiogramma color doppler, test da sforzo, holter ECG 24 ore in tempi brevi.
Cosa significa? A cosa stiamo per andare incontro? Sono veramente terrorizzata...aiutatemi a capire

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Mi scusi...terririzzata di che?
Gli esami mostrano solo il cuore da ipertesa di 70 anni..
Sulla terapia avrei qualcosa da dire ma non è corretto suggerire farmaci via internet. L obiettivo è portare i valori sotto 125/75 mmHg
Arrivederci
[#2] dopo  
Utente 305XXX

Iscritto dal 2013
Gentile dott. Cecchini,
la ringrazio molto della sua risposta...terrorizzata perché non essendo stata io presente alla visita , non sapendo cosa abbia detto il cardiologo a mia madre, o come, e avendola vista terrorizzata, le sue ansie sono diventate le mie...per quanto riguarda la terapia farmacologica anche io ho avrei qualcosa da dire, nel senso che so che la regolazione della pressione è diversa da paziente a paziente e viene fatta per passi successivi...però...
la ringrazio ancora molto
[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Le do un consiglio.
Ci si terrorizza di fronte ad un bambino di 5 anni al quale si scopre la laeucemia, non di fronte ad un problema di pressione in n persona di 70 anni.
Le parole sono importanti
Arrivederci