Utente 264XXX
Gentile dottore mia madre 8 mesi fa ha subito un'emicolectomia dx per via di adenoca. in fase inziale. Ad oggi riferisce di avere sul braccio destro una tumefazione che all'eco e compatibile con fibrolipoma diametro 5.7 cm x 2. Portando il referto al medico di base lui leggendolo sostiene che una parte di esso e infiltrato al muscolo deltoide. Viste le dimensioni secondo lei sarà un intervento fatto in chirurgia ambulatoriale e con quale modalità di anestesia? mia madre ha molta tensione perche ha paura di perdere la funzionalità del braccio e spera in un recupero breve. In genere la ripresa in quanto tempo si riacquista? Grazie mille. Siamo in attesa al momento di contattare quanto prima una struttura per fare subito l'intervento, anche perche lei comincia a sentire dolore alla spalla e pensa che dipenda da quel problema.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Sergio Sforza
36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Gentile utente, se la lesione che lei descrive infiltra realmente il deltoide, le consiglio una risonanza magnetica della lesione ed eventualmente una biopsia prima dell'exeresi chirurgica, per essere sicuri sulla natura della neoformazione. Se dovesse essere realmente un lipoma ollora l'intervento potrebbe essere espletato in chirurgia ambulatoriale o in day surgery anche in anestesia locale. Solitamente il recupero seppur soggettivo è breve se non vi sono lesioni neuromuscolari.
Saluti.
[#2] dopo  
Utente 264XXX

Iscritto dal 2012
Grazie anzittutto per la sua rapida risposta, mi chiedo come mai però il radiologo nn la abbia richiesta al momento e stato certo di scrivere ke si tratta cmq di fibrolipoma. le riporto cmq per sicurezza il referto :
nella sede della tumefazione clinicam. palpabile nel versante antero-mediale del braccio dx si riconosce formazione ovalare solida tenuamente iperecogena, con sottili strie a maggiore ecogenicità contestuali di maggiori diametri 5,7 cm per 2, il reperto descritto e compatibile cn fibrolipoma si sviluppa nei 2/3 inferiori a livello sovrafasciale cutaneo , nel terzo ssuperiore si continua fra le fibre musc, del muscolo deltoide.| comincio a preoccuparmi. spero che nn si tratti di una formazione maligna. Stiamo uscendo ancora adesso da un incubo da manco un anno. In vista di qst referto che consiglio definitivo puo fornirmi?grazie !
[#3] dopo  
Dr. Sergio Sforza
36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Così come è descritto è diverso da come lo ha presentato lei, la formazione si continua tra le fibre del muscolo e non infiltra. Se il radiologo è sicuro delle caratteristiche della lesione allora si affidi al chirurgo che dovrà operarla e se dovesse ritenerlo opportuno in ogni caso una risonanza magnetica, potrebbe solo definire meglio la lesione. No, non pensi solo a lesioni maligne ma la migliore definizione della neoformazione potrebbe essere anche di utilità allo specialista che dovrà procedere all'intervento.
Saluti.
[#4] dopo  
 Staff Medicitalia.it
44% attività
16% attualità
20% socialità
()
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2000
Gentile utente,
la preghiamo di non duplicare le richieste di consulto sullo stesso problema poiché è vietato dalla linee guida. Grazie.

staff@medicitalia.it