Utente 306XXX
Buongiorno cari dottori, sono un ragazzo di 16 anni molto allergico e bronco asmatico affetto da asma allergica.
Dall'età di 6 anni soffro di tonsilliti ricorrenti(3 o 4) esclusivamente nel periodo primaverile quindi nel momento in cui si verificano le allergie.
Sono allergico a pollini,graminace,betulla etc.e sono stato operato lo scorso settembre per la deviazione del setto e per ipertrofia ai turbinati.(rinite allergica che causava delle sinusiti)
La mia domanda era la seguente. Possono le allergie causare le tonsilliti oppure un indebolimento del sistema immunitario e quindi le tonsilliti?
Inoltre dal passaggio dalla primavera all'estate(periodo nel quale si verifica il picco delle allergie)è normale sentirsi un po stanco(anche a causa del caldo di questi giorni) Anche se i sintomi delle allergie non si presentano spesso?
Le tonsille inoltre sono molto belle,non gonfie,non infiammate ne atrofizzate.
Secondo l'otorino dovrei sottopormi ad un intervento di tonsillectomia,ma se le tonsilliti sono causate dall'allergia e non da infezioni, dovrei sottopormi lo stesso a questo intervento? Grazie in anticipo per la risposta.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
156628

Cancellato nel 2015
Egregio utente,
le tonsilliti che sviluppa nel periodo della pollinosi sono verosimilmente favorite dallo stato infiammatorio (a genesi allergica) delle vie aeree.
Pertanto un adeguato trattamento dell'allergia dovrebbe anche prevenire (o comunque limitare) tale problema, consentendo di evitare l'intervento chirurgico di tonsillectomia.
Saluti,