Utente 309XXX
Buongiorno,
Sono un uomo di 33 anni, non fumatore. Fin dall'infanzia ho vissuto in ambiente di fumatori (condivisione di stanze comuni ma non della mia stanza da letto), ma da 3 anni vivo da solo. Ho iniziato ad accusare un dolore alla spalla, poi tosse secca con un episodio di emissione di sangue rosso vivo nella saliva. Andato immediatamente al pronto soccorso, mi è stato fatto un esame generico e RX torace, risultato nella norma. Il medico del PS ritiene che la fuoriuscita di piccola quantità di sangue sia dovuta a rottura di capillary per lo sforzo durante la tosse. Il mio medico curante ha visionato la lastra, confermando che è tutto normale, e mi ha prescritto un ciclo di clonamox per 7 giorni, dopo aver riscontrato una leggera infezione in basso al polmone sx. Dopo il ciclo ed ulteriore visita, l'infezione non c'è più ma continuo a tossire. La tosse inizialmente secca è diventata più produttiva con l'emissione di poco espettorato bianco. Non ho attacchi ma piuttosto dei colpi di tosse isolati durante il giorno, che però diminuiscono se sto seduto e spariscono di notte. Avverto una sensazione di prurito alla gola e sulla trachea, dove a volte sento anche un leggero senso di calore. Da poco avverto anche un leggero dolore al ginocchio destro. Visitato di nuovo, il medico pensa che il ginocchio e la spalla non hanno nulla a che vedere coi polmoni (semplici infiammazioni dovute alla postura e sedentarietà). Quanto alla "nuova" tosse, il medico ritiene che sia tosse di natura allergica e mi ha prescritto un ciclo di clorom xl per 10 giorni. Al terzo giorno non noto particolari miglioramenti, e stamattina appena svegliato ho notato una striatura color ruggine nella mia saliva. Inizio ad essere molto preoccupato. Sono all'estero (Irlanda) e devo restarci per molti mesi. Sinceramente non ho ancora molta fiducia nel mio nuovo medico e ho molta paura che possa essere qualcosa di molto più grave, come il tumore polmonare. Ho letto che la radiografia del torace non riesce a mostrare piccoli tumori e questo mi ha messo in uno stato molto ansioso. So che la TAC è uno strumento migliore, ma il mio medico non l'ha prescritta. Inoltre qui è difficile farsela prescrivere, se non per situazioni a rischio in cui io non rientro. Cosa mi consigliate? Continuare con la cura prescrittami dal medico o tornare in Italia per esami più approfonditi?
Grazie mille.
[#1] dopo  
Dr. Claudio Andreetti
40% attività
8% attualità
16% socialità
AREZZO (AR)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2009
Prenota una visita specialistica
Levoxacin 750 mg 1 volta al giorno per 7 giorni; deltacortene 10mg 1 volta al giorno per 5 giorni e poi passare a 5 mg per altri 5 giorni. Vedrai che andrà meglio. Ciao