Utente 311XXX
Gentili Dottori,
vi scrivo perchè ho un pensiero che non mi dà tregua. La settimana scorsa ho effettuato una visita ginecologica di routine, nella quale tutto risulta nella norma. Prendo la pillola da un anno e 6 mesi, e per questo motivo il mio ginecologo mi ha consigliato gli esami del sangue generici. Sono entrata in crisi. Io sono ipocondriaca: ho fatto gli esami stamattina, e andrò a ritirarli lunedi pomeriggio. Ho paura che venga diagnosticata una malattia, come la leucemia. (Ho questo pensiero da anni, cosi come altre malattie gravi) Su internet si legge di tutto, anche che è asintomatica, o che ha sintomi lievi. Non riscontro sintomi particolari, nel senso che negli ultimi anni, o ancora meglio, da quando prendo la pillola (come se mi sentissi quasi meglio da quando la prendo), non ho mai accusato nulla di particolare, pochissimo mal di gola, febbre mai, sudo davvero molto poco e nessun tipo di infezione particolare che mi abbia portato ad andare dal medico. L'unico problemino che ho è un po' la pancia gonfia e meteorismo, ma ormai mi appartiene, nel senso che sin da piccola ho sempre sofferto di colite, che quasi..sono abituata e un po' di dolori alle gambe, arrivati con il caldo. Oggi sono stata tutto il giorno al pc, non so se mi sto facendo suggestionare, ma ho doloretti sotto le costole, ma poi, se devo pranzare e cenare, non ho assolutamente lo stomaco chiuso, anzi ho sempre appetito e mangio tranquillamente un po' di tutto quello che quotidianamente c'è a tavola, nonostante sia una ragazza che pesa 49 kili (da sempre è il mio peso, siamo tutti magri in famiglia). Non vedo l'ora che arrivi lunedì, ma di contro ho una paura tremenda. Oggi sono anche scoppiata a piangere. Dimenticavo, ho delle palpitazioni ogni tanto, visita cardiologia (un paio di mesi fa) ok, ma mi è stata riscontrata una tachicardia sinusale da ansia. Avrei davvero bisogno di un gentile parere, ve ne sarei grata. Saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
I suoi sintomi addominali (pochi e poco gravi) nulla hanno a che vedere con la leucemia. Di fatto non vedo ragioni perché lei debba temere questa malattia. Il problema è esclusivamente la sua (immotivata) paura; ma questo sentimento non ha nulla a che vedere con la Chirurgia, dove lei ha postato il suo quesito. Casomai è un disturbo di ordine psicologico, che del resto (ma se crede può chiederlo anche ai nostri Psicologi) penso che discenda dal suo stato ansioso, che qualche piccolo problema (vedi "tachicardia sinusale da ansia") glielo ha già dato anche in passato.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 311XXX

Iscritto dal 2013
Gentile Dottore, grazie per la sua gentile risposta. So perfettamente di avere un "problema psicologico". Una volta sono anche svenuta mentre una ragazza mi stava raccontando del tumore al cervello della sorella e lo psichiatra del Ps mi ha consigliato una terapia (che io vorrei non iniziare mai, vorrei che la mia forza di volontà fosse più forte delle mie paure). Non so perchè temo queste malattie, quella citata nel post precedente in particolare :-(
[#3] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Forse dovrebbe invece pensare seriamente di curarsi dal punto di vista psicologico. Non con i farmaci però (quelli competono allo Psichiatra!) ma con qualche colloquio appunto con uno Psicologo, che non essendo un Medico di certo non la curerà con i farmaci!
Cordiali saluti
[#4] dopo  
Utente 311XXX

Iscritto dal 2013
La ringrazio Dottore, è gentilissimo.
Proverò a contattare uno Psicologo della zona per una chiacchierata. Ancora grazie e cordiali saluti.
[#5] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Di nulla.
Cordiali saluti