Utente 314XXX
Salve sono sposata da 2 anni e desidero diventare mamma dopo tanti tentativi naturali l'anno scorso ci siamo rivolti ad un centro di infertilità, dove ci hanno fatto fere svariati esami tra cui spermiogrammi e spermioculture a mio marito al quale hanno diagnosticato oligospermia grave e astenospermia grave. al centro ci hanno consigliato una prima icsi fallita x sfortuna, a detta del medico che ci segue, poi ne ho fatta un'altra qualche mese fa sotto forma di blastocisti anchessa fallita. mi chiedo cos'e che non va? i valori della tiroide stanno nelle norma, soffrivo di prolattina alta infatti ho un micro adenoma ipofisario ma adesso i valori sono nella norma prendo il dostinex da 2 anni. secondo voi mio marito deve fare qualche cura perche a lui non gli hanno dato niente per far migliorare la qualità e la quantità dello sperma. Mi fanno fare solo la stimolazione per poi procedere alla fecondazione. Mi chiedo se sono stati troppo superficiali!? Secondo la vostra esperienza cosa mi consigliate?
cordiali saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettrice,

ma suo marito ha fatto una attenta valutazione con andrologo esperto e con chiare competenze in patologia della riproduzione umana.

Comunque, se desidera poi avere più informazioni dettagliate sui corretti rapporti tra andrologo e ginecologo in un Centro di Procreazione Medicalmente Assistita, le consiglio di consultare anche l’articolo pubblicato sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/201-andrologo-ginecologo-devono-interagire-correttamente-infertilita-coppia.html .

Un cordiale saluto.
[#2] dopo  


dal 2013
Caro dottore la ringrazio in anticipo x la sua attenzione. le spiego, nel gennaio del 2011 mio marito fu visitato da uno specialista in chirurgia generale endocrinochirurgia (sotto consiglio/richiesta del ginecologo). L'esame richiesto era Ecografia Scrotale ed Ecodoppler dei vasi spermatici. Prostata transpubica. Il referto: presenza di discreta falda liquida in emiscroto sx. testicoli in sede, nei limiti per morfologia, volume ed ecostruttura. Normale rappresentazione dei plessi venosi spermatici. Al colordoppler assenza di reflusso patologico a carico del plesso venoso anteriore e posteriore in orto e clinostatismo bileteralmente, ed alla manovra di Valsalva. arterie spermatiche normosfigmiche. Prostata nei limiti per morfologia volume ed ecostruttura per l'età.
Caro dottore dimenticavo di dirvi che mio marito ha 34 anni.
Dopo questi risultati l'andrologo gli fece ripetere spermiogamma e spermiocultura i quali risultavano positivi a stafilococchi epidermidis, streptococco agalactiae. esame del liquido seminale era numero di spermatozoi 5,0 milioni/ml dopo 1h il 50% di spermatozoi vitali. volume >uguale 1,5 ml
ph: 7,2 - 8,0
Viscosità: normale
Coaguli: assenti
Agglutinazioni: assenti
Numeri di spermatozoi: >uguale 20,0 milioni/ml
Motilità rapida progressiva + progressiva: >uguale 50%
forme normali: >30%
Swelling test: spermatozoi rigonfi: >ugule 60%
Dopo questi risultati la terapia è stata fatta con bactrim forte per 10 giorni per poi ripetere gli esami e continuare con ceftriaxone fiale per 10 giorni e zitromax poi in seguito isocef.
dopo tolte le infezioni batteriche l'andrologo gli segnò Andrositol una bust. al giorno per 2 mesi e da quel momento ci siamo rivolti al centro il quale non ha considerato proprio questo particolare. Caro dottore siamo disperati non sappiamo più cosa pensare. Lei in base alla sua esperienza cosa ci consiglia in merito? Grazie ancora per l'attenzione
Distinti saluti
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettrice,

non riesco a capire una dato importante dell'esame di suo marito, che spero non sia l'unico, come è possibile avere un "numero di spermatozoi 5,0 milioni/ml dopo 1h il 50% di spermatozoi vitali. volume >uguale 1,5 ml" che diventano improvvisamente: "Numero di spermatozoi: >uguale 20,0 milioni/ml"?

Sono state fatte anche delle valutazioni ormonali?

Il collega che ha visitato suo marito era "uno specialista in chirurgia generale endocrinochirurgia(?)" oppure un andrologo con chiare competenze in patologia della riproduzione umana?

Ancora un cordiale saluto.
[#4] dopo  


dal 2013
Caro dottore forse sono stata un pò sintetica le spiego meglio. Comunque non era un andrologo con chiare competenze in patologia della riproduzione umana ma solo uno specialista in chirurgia generale endocrinochirurgia.
Esame fisico: Volume: 5,2 ml
Colore: bianco opalino
Aspetto: torbido
Ph: 8,0
Fluidificazione: completa dopo 25 minuti
Viscosità: normale
Coaguli: assenti
Esame microscopico: Cellule epiteliali: rare
corpuscoli prostatici: assenti
Leucociti: rari
Emazie: assenti
Batteri: rari
Agglutinazioni: assenti
Numero di spermatozoi: 5,0 milioni/ml
MOTILITA' DEGLI SPERMATOZOI
Dopo 1h rapida prgdressiva 5% - Progressiva 10% - In situ 10% - Immobili 75%
Dopo 3h rapida progressiva 3% - Progressiva 5% - In Situ 10% - Immobili 82%
TEST DI VITALITA' DEGLI SPERMATOZOI
Dopo 1h: 50% di spermatozoi vitali
SWELLING TEST
Spermatozoi rigonfi: 52%
ESAME MORFOLOGICO
Anomalie della testa: 19%
Macrocefalia: 1%
Microcefalia: 2%
Amorfe: 3%
Piriformi: 1%
Vacuolata: //%
A Palla: 11%
Assente: //%
Doppia: 1%
ANOMALIE DEL TRATTO INTERMEDIO: 26%
Con appendice citoplasmatica: 2%
Angolato: 24%
ANOMALIE DELLA CODA: 3%
Assente: 3%
Arrotolata: 2%
Multipla: 1%
FORME NORMALI: 52%
FORME ANORMALI: 48%
CELLULE GERMINALI
Spermatogoni: rari
Spermatociti: rari
Spermatidi: rari
VALORI MINIMI CONSIDERATI NORMALI SECONDO IL PROTOCOLLO DELL'W.H.O 2001
Volume: >uguale 1,5 ml
Ph: 7,2 - 8,0
Viscosità: normale
Coaguli: Assenti
Agglutinazioni: assenti
Numero di spermatozoi: >uguale 20,0 milioni/ml
Motilità rapida progressiva + progressiva: >uguale 50%
Forme normali: > 30%
Swelling test: spermatozoi rigonfi >uguale 60%
dottore questi sono gli esami precisi.
[#5] dopo  


dal 2013
Caro dottore per quanto riguarda gli esami ormonali gli hanno fatto fare:
Beta hcg su siero < 1,20 mui/ml
LH 5,18 mui/ml
FSH 3,49 mui/ml
Estradiolo 31,00 pg/ml
Testosterone 8,38 ng/ml
Questi sono gli esami caro dottore.
Cosa ci consiglia in base alla sua esperienza.
Cordiali saluti.
[#6] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettrice,

l'esame fatto sembra indicarci un problema di numero, motilità e morfologia che però è stata valutata secondo i parametri WHO del 2001 e non del 2010.

Ora è bene risentire in diretta il suo medico di fiducia e far valutare il suo compagno anche ad un esperto andrologo con chiare competenze in patologia della riproduzione umana , sarà lui che rivalutato per bene il suo quadro clinico, rifatto per bene l'esame del liquido seminale in struttura più aggiornata, poi vi indicherà i corretti passi diagnostici da fare e poi vi imposterà, se possibile, una terapia mirata.

Ancora cordiali saluti.
[#7] dopo  


dal 2013
Gentilissimo dottore nel frattempo che aspetto di ricevere sue risposte le volevo chiedere ancora un consiglio. Navigando su internet leggendo dei forum sui problemi tipo Quello che abbiamo noi, si parlava di casi disperati che sono migliorati con l'assunzione di un intergratore che si chiama FERTILUP. Lei cosa mi può dire a proposito di questo farmaco?
In attesa di risposte le porgo i miei più cordiali saluti.
[#8] dopo  


dal 2013
Caro dottore la ringrazio in anticipo per la risposta. Secondo lei il problema che ha mio marito è risolvibile secondo la sua esperienza?
La ringrazio per l'attenzione che ci da.
[#9] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Certo, fatta una precisa diagnosi, sempre l'andrologo di suo marito vi indicherà, se possibile, una terapia mirata.

Ancora cordiali saluti.
[#10] dopo  


dal 2013
Gentilissimo dottore la ringrazio per il consiglio. Al più presto contatterò la sua segretaria per prendere un appuntamento per far visitare mio marito da lei nel centro più vicino.
cordiali saluti