Utente 297XXX
Gentili dottori,

Vi chiedo un consulto perché il mio andrologo in questo momento è in vacanza e il mio medico di base non è molto disponibile su questi temi.

Ho appena svolto una velocimetria doppler che ha rilevato un varicocele sx di 3-4 grado con ecstasia delle vene spermatiche peri testicolari e moderato riflusso e un varicocele dx di 2 grado con modesto riflusso e moderata dilatazione delle vene. Cosa mi consigliate di fare? Dovrei intervenire su entrambi? E con che tipo di intervento?

Un paio di mesi fa avevo avvertito un calo del desiderio sessuale con conseguenti difficoltà di erezione che il viagra non era riuscito a sanare. Ho svolto quindi un trattamento blando con andriol (1 capsula al giorno per 1 mese e mezzo) per alzare i livelli di testosterone che erano quasi sotto il limite minimo e ho preso uno stile di vita più sano. I livelli sono leggermente saliti a: fsh 3.07, lh 3.45, prolattina 33.05

Dal punto di vista dell'erezione c'è stato qualche miglioramento anche se il mantenimento resta un problema. Il mio andrologo comunque non vuole proseguire nessuna cura ormonale data la mia età (24 anni) e sostiene che i livelli siano comunque accettabili.

Vi chiedo, è possibile che abbia un problema di ipotiroidismo? Gli ultimi esami del sangue segnalano una lieve anemia e al risveglio ho provato a misurare un paio di volte la temperatura basale con risultati intorno ai 35°.

Grazie per la disponibilità

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,ho la sensazione che ,'ansia abbia creato molta confusione,infatti,l'essere portatore di varicocele non significa dover essere operato e,inoltre,non ci trasmette alcun dato circa l'esito dello spermiogramma...Quanto al calo sessuale,credo che i valori della prolattina siano abbastanza elevati e meritevoli di attenzione.Non capisco perchè debba pensare ad un ipotiroidismo...Se non ha fiducia dello specialista in oggetto,ne consulti un altro con competenze andrologiche certificate.Cordialità.
[#2] dopo  
Utente 297XXX

Iscritto dal 2013
Gentile dottore, grazie per la risposta. Le assicuro che non ho molta ansia e mi fido del mio andrologo, che però non ho potuto ancora sentire e quindi volevo un'opinione anche da parte vostra.

Mi spiego meglio: al di là dello spermiogramma, che farò nei prossimi giorni, dato che ho un doppio varicocele non dovrei intervenire? Ho letto che esistono diverse tecniche di rimozione (chirurgiche o radiologiche) e volevo capire cosa mi consigliate di fare.

Sulla prolattina il mio andrologo non ha posto molta preoccupazione, la dovrò controllare nuovamente tra qualche mese. Quanto all'ipotiroidismo è solo un'ipotesi su cui stavo ragionando, come scrivevo sopra i livelli di testosterone restano abbastanza bassi anche dopo l'andriol e (magari mi sbaglio) ma mi sembra di individuare qualche sintomo compatibile con questa ipotesi, tipo l'anemia lieve, facile affaticabilità, la prolattina più alta e la bassa temperatura basale... però è solo un'ipotesi.

Grazie, cordiali saluti