Utente 709XXX
Buongiorno, da qualche mese ho problemi alla pelle del glande che si verifica con arrossamenti, rugosità e desquamazioni della pelle che soprattutto a seguito di rapporti sessuali tendeva a lacerarsi in alcune zone più arrossate. Ho fatto una visita dermatologica nella quale mi è stata diagnosticata una candidosi, mi è stato indicato di fare impacchi di acqua borica una volta al giorno e di applicare Miclast Ciclopirox olamina una volta al giorno per 10 giorni. Passati i 10 giorni la pelle del glande risulta essere meno arrossata ma molto più "rugosa" e dopo 4 giorni dalla fine del trattaemento sono spuntati nel glande e nella pelle sottostante diversi puntini arrossati e che provocano forte prurito. Mi chiedo se fosse relamente una candidosi e come mai c'è non solo il persistere di alcuni sintomi ma addirittura l'insorgere di nuovi? Cosa posso fare ora? Aspettando una vostra cosrtese risposta vi ringrazio.
M.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile utente,

un dato fondamentale: quando la problematica persiste o si complica, oppure insorgono nuove situzioni, la cosa necessaria è ANTICIPARE la data del controllo onde verificare di cosa si tratti: questo sospendendo almeno un paio di giorni prima le terapie.

cari saluti