Utente 323XXX
Buona sera,
Sono un ragazzo di 20 anni e, ogni qual volta "cambio" partner, non riesco a raggiungere l'erezione;
Spiego meglio: All'età di diciotto anni ho avuto una storia con una mia coetanea molto bella e ricca di sentimento e passione; non avevo alcun problema sessuale, anzi tutto andava alla grande. Ho preso una forte delusione da questa ragazza e, da lì, cominciarono i problemi. Circa 15 giorni dopo è capitato di trovarmi in "intimità" con un'altra ragazza; ma, vuoi per ansia, vuoi per nervosismo, non riuscii spontaneamente a raggiungere l'erezione; infatti la raggiunsi dopo "sesso orale" ma, non appena arrivai alla tanto attesa erezione, eiaculai subito. Da quel giorno in poi ho sempre avuto problemi. Dopo qualche mese conobbi una ragazza della quale mi stavo innamorando e, una sera, arrivati sul "punto di...", in macchina, non raggiunsi l'erezione proprio per niente; e così capitò altre volte sempre con lei (nel frattempo ci eravamo già fatti fidanzati)... i problemi erettili si sono risolti con il tempo, ma eiaculavo molto precocemente: dopo circa 2 minuti (e la mia media con la mia ex era di 25/30 minuti); solo dopo qualche bicchiere in più riuscivo a iecalurare dopo 6/8 minuti. Adesso con quest'ultima mi sono lasciato e provo profonda attrazione per una ragazza di 4 anni più grande di me, la quale ha già manifestato Stesse sensazioni. Ci ritroviamo soli nella mia camera, dopo una bella bottiglia di vino e niente: zero erezione. Vorrei precisare che a volte (dopo attività fisica) sento un forte dolore nella zona pubica: come se si stesse per spezzare un muscolo; questo accade pochissime volte, ma quando accade, sento un dolore concentrato e molto forte, il quale passa dopo qualche minuto.
Non ho mai parlato con nessuno di questa cosa qui, ma purtroppo sta realmente prendendo troppa mano nella mia vita e vorrei porre rimedio. Spero risponderete Illustrissimi Dottori e Vi ringrazio, altresì, per il tempo speso a leggere ciò che ho scritto.
Cordiali saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mario De Siati
32% attività
20% attualità
16% socialità
ALTAMURA (BA)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2000
Caro ragazzo , ricorrere all'alcol per risolvere i problemi di ansia e di eiaculazione è sbagliato in quanto le sostanze d'abuso e l'alcol sono i killer della sessualità , faccia una visita andrologica presso un andrologo della sua zona e successivamente, eventualmente ,una valutazione di tipo sessuologico . Risolverà certamente i suoi problemi di eiaculazione precoce e di ansia da prestazione . Distinti saluti .
[#2] dopo  
Utente 323XXX

Iscritto dal 2013
Innanzitutto La ringrazio per la pronta risposta;
Proverò a farmi consigl un buon andrologo dal mio medico. Cosa intende per "valutazione di tipo sessuologico"?