Utente 310XXX
Buongiorno,

Da diversi mesi ho notato che nei periodi in cui sono molto eccitato, quando ho frequenti rapporti con la mia ragazza, ho dei forti bruciori dopo avere urinato che assomigliano molto ad una cistite, ma sono più forti e situati prevalentemente nella zona perineale. Premesso che la prima volta che ho avuto questi sintomi ho fatto tutti gli esami e non sono stati riscontrati batteri , né prostata particolarmente infiammata .
Ad oggi questi disturbi continuano . Cosa può essere ? Premetto che lavoro in ufficio ,quindi sono seduto 8 ore al giorno. Grazie.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
la diagnosi differenziale si fa prostatite ed uretrite. Importante è essere stato visto da collega ed avere fatto test di stamey (esame urine prima e dopo massaggio rpostatico). A volte le malformazioni del pene possono dare questo ma è raro.
[#2] dopo  
Utente 310XXX

Iscritto dal 2013
Ho già fatto gli esami da lei citati ( e anche ripetuti) . Entrambe le volte sono risultati negativi sia per la rilevazione di batteri che per la riduzione della fertilità.
Premetto che da diversi anni ho il pene curvo verso sinistra , ma non penso di avere il morbo di La Peyronie, poiché non ho alcun fastidio durante l'erezione.
Una mia idea è : può essere che la prostata se, stimolata ripetutamente durante il giorno, può dare problemi (es. può trattarsi di prostatosi per i sintomi da me descritti ?.)
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
E' stato visto da collega? Se sì è un conto, se no si faccia vedere. Ripetute sollecitazioni possono farlo, ma va indagato dal vivo
[#4] dopo  
Utente 310XXX

Iscritto dal 2013
Si il collega mi ha detto che non ho niente di significativo, ma mi ha dato comunque Permixon da prendere per 1 mese . Ho già seguito questa terapia ma non è cambiato nulla.
[#5] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Allora riparli col collega, che evidentemente se ha dato quel farmaco sospettava infiammazione prostatica. Per intanto eviti thè, caffè. alcoolici piccanti, insaccati e cioccolata.