Utente 325XXX
Buongiorno,
io e mia moglie, avendo deciso di concepire un bambino, ci siamo sottoposti ad una serie di analisi tra cui anche quelle del sangue; in seguito a ciò è emerso che mia moglie presenta delle IGM elevate (c.a. 1000) e quindi il medico di famiglia ci ha consigliato un consulto con uno specialista.

Il primo ematologo consultato, dopo l'anamnesi e dopo aver effettuato delle ecografie degli organi interni, ha diagnosticato una possibile Sindrome di Waldenstrom. A questo punto, con molta paura, abbiamo effettuato dei nuovi esami che hanno riproposto un valore di IGM c.a. 1000, valori di IGG e IGA un pò sotto il minimo del range normale, VES nella norma ma soprattutto la elettroforesi non presenta picchi monoclonali ne comunque possibili valori monoclonali.
Abbiamo poi interpellato nell'ordine, dietro vari consigli concatenati dei medici consultati, due infettivologi, un ematologo e, proprio ieri, un immunologo, che hanno richiesto varie analisi (urine, CMV, varie malattie autoimmuni, analisi catene lambda, crioglobuline,ecc..) tutte negative. Tutti i medici hanno detto che è un caso che non hanno mai visto e che di per se un valore di IGM policlonali alto non significa nulla di per se, ma è comunque anormale.

Se può essere utile, mia moglie ha avuto un episodio molto forte di CMV nel 2002 e una sospetta trombosi venosa cerebrale nel 2010.

Non sappiamo più cosa pensare e vi chiediamo quindi un consulto; se necessario, posso riportare tutti i valori di tutte le analisi che possono interessarvi per una completa analisi.

Grazie. Cordiali Saluti.
[#1] dopo  
Dr. Arduino Baraldi
48% attività +48
12 attualità +12
20 socialità +20
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2006
Sì è un valore alto ma viste tutte le analisi fatte , che hanno dato esito negativo, io farei soltanto dei controlli periodici in accordo con quanto detto dai colleghi