Utente 329XXX
Buonasera,

vi scrivo per chiedere un'opinione sui postumi di un incidente.

Riporto l'anamnesi: flc di II raggio mano sx (dito indice) da caduta accidentale. Impotenza funzionale (18/11).

RX dito mano sx + bendaggio adesivo elastico.

Mi dimettono con una stecca in lieve flessione ("ad artiglio" fino a metà gomito) per 7 giorni.
Trascorsi i quali, il dito, sotto al quale avevo perduto completamente la sensibilità, è diventato bluaceo ed era gonfio nel punto dell'urto (fra la prima e la seconda falange, sulla nocca del dito). Posso allargare le dita, ma il dito indice non si piega.

Dopo altri 7 giorni (senza fasciatura) torno a farmi visitare (Centro della mano), dove rifanno i raggi (il dito non è rotto), e osservano: algia a livello art. IFP limitazione antalgica articolarita non instabilità, test di Nelson per boutonniere, non valutabile per la sintomatologia dolorosa, non deficit sensitivi obiettivabili di nuova insorgenza in atto.
Si confeziona stecca a livello art. IPP a prevenzione della deformità in boutonniere.

E' normale, intanto, che non abbiano fatto una RMN?

Trascorrono altri 25 gg. Mi tolgono la stecca e mi dicono di iniziare a muoverlo. Controllo fra altri 15 gg., seguirà visita fisiatrica e poi comincerebbe la fisioterapia.
La boutonniere continua a esserci. Fra la prima e la seconda falange persiste la rigidità e il gonfiore (di tutto il dito, ma più accentuato nel mezzo, sulla nocca). La sensibilità non è tornata come quella della mano dx. e l'indice è sempre più freddo delle altre dita.

Perché nessuno ha voluto accertarsi che il tendine flessore fosse rotto o leso? Non avrebbero dovuto, invece di immobilizzarmi, operarmi?
Il dito tornerà a flettersi?

Sono piuttosto preoccupata. Vi ringrazio in anticipo per il vs. consulto,
un caro saluto,
cordialità

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
La RM non è un esame indispensabile in questi casi.

La ferita è dorsale o palmare ?

Loro temono una lesione dell'estensore (deformità in boutonniere), non dei flessori.

Buona notte.
[#2] dopo  
Utente 329XXX

Iscritto dal 2013
Caro Dr. Leccese,

la ringrazio per la pronta risposta.

La ferita è dorsale (sopra al centro del dito). La deformità in boutonniere è osservabile, certo perché c'è un piccolo rigonfiamento (come un nocciolo di ciliegia) sulla nocca. Tuttavia io non riesco a flettere il dito! Guarirà da solo?

La tecar o altra terapia analoga mi può essere d'aiuto in questo caso?

Grazie anche per avermi confermato che la RM non è indispensabile,

buona giornata
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Quindi mi conferma un sospetto di lesione del tendine estensore (non dei flessori come aveva detto nel suo post).

In tal caso, la flessione non è compromessa: c'è solo una certa rigidità articolare, che potrà eliminare gradualmente con gli esercizi non appena il Collega le darà l'OK.

Non servono terapie particolari al momento.
[#4] dopo  
Utente 329XXX

Iscritto dal 2013
Grazie ancora!
Di nuovo le auguro una buona giornata
[#5] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Altrettanto a lei.