Utente 308XXX
Gentili medici,
mio zia si è ferita accidentalmente con un una bacchetta di ferro arruginita. Lei ha 50 anni e ricorda di aver fatto il vaccino contro il tetano quando era poco più di una bambina. La ferita è molto superficiale, e secondo mia nonna, non c'è pericolo di contrarre il tetano che a suo avviso si potrebbe contrarre solo con graffi e ferite più profonde. La ferita è stata curata con il limone e acqua, poiché ci trovavamo in campagna, e non avevamo altri disinfettanti al di fuori di questo rimedio naturale. Dobbiamo andare al pronto soccorso e fare il vaccino? O come dice mia nonna, possiamo stare tranquille? Grazie mille.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Piero Alessandro Casonato
28% attività
4% attualità
16% socialità
()
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2009
Potrebbe occorrere anche la somministrazione di immunoglobuline con contemporaneo richiamo della vaccinazione contro il tetano. Le consiglierei di contattare il locale ufficio di igiene o distretto sanitario.
Cordiali Saluti.

[#2] dopo  
Utente 308XXX

Iscritto dal 2013
Grazie.