Utente 311XXX
Gent.ssimi Dottori

A Novembre ho conosciuto un ragazzo e avevo intenzione di iniziare qualcosa di serio. Il primo mesetto è andato tutto bene. Durante un nostro incontro in macchina in quel primo mese, mentre facevamo i preliminari ho perso parte dell’erezione ( non riuscivo a mantenerla ) e non mi spiegavo a cosa fosse dovuto. Ho insistito tanto per avere un rapporto completo e il giorno che eravamo entrambi pronti non sono riuscito ad eccitarmi. Non nel momento dell’atto ma anche prima di iniziarlo. C’è chi mi ha detto “ansia da prestazione, può succedere”. La seconda e la terza volta che ci siamo visti è successo lo stesso: all’inizio, da vestiti, sono riuscito ad eccitarmi.. ma una volta nudi ho perso l’erezione. Sembrava che non riuscissi a mantenere l’erezione. Abbiamo pensato che il problema fosse l’atto ma anche quando ci siamo visti per stare un po’ insieme non mi sono eccitato. Dopo non esserci riuscito sono andato a casa e ho provato con l’autoerotismo davanti ad un video e inizialmente avevo difficoltà. Ho pensato di essere impotente ma avendo le erezioni mattutine e riuscendo con l’autoerotismo nei successivi giorni ho escluso questa possibilità. Un’altra cosa che ho notato è che anche con i filmati l’erezione non è sempre al massimo e a volte non è duratura. Il mio ultimo partner con il solo contatto fisico di un bacio si eccitava e questo succedeva anche a me prima. Come mai non succede più? Ci siamo lasciati per mia volontà perché volevo capire quale fosse il problema: volevo capire se il problema fosse lui, se mi ero stancato di lui o se non mi piacesse davvero fisicamente. Dovevo provare se succedeva lo stesso con qualche altro ragazzo carino anche se lui ha insistito tanto nello starmi vicino poiché è convinto che solo insieme possiamo risolvere il problema. Il 31 Dicembre si è presentata l’occasione; ho conosciuto un ragazzo carino e ci siamo baciati ma nulla non mi eccitava. Ora può ben capire che per un ragazzo di diciotto anni è distruttivo un problema del genere. Perché tutti i miei coetanei riescono a eccitarsi con un solo bacio e con tantissimi ragazzi e io no ? Ho pensato che devo trovare il ragazzo che mi piace davvero ma questo non giustifica il fatto che con dei ragazzi carini ho avuto questo problema. La maggior parte dei ragazzi si eccita subito e difatti il ragazzo del 31 Dicembre si è stupito che non riuscissi a eccitarmi. Dovrebbe essere una cosa così naturale ma per me non lo è più. Cerco di non pensarci, cerco di rilassarmi, cerco di godermi quel momento ma nulla, non mi eccito. Sono giunto alla conclusione, dopo aver cercato un po’ su internet, che un mio problema fisico, ovvero il varicocele, potrebbe avere come conseguenza la perdita o la difficoltà a mantenere l’erezione. Dopo essermi sforzato più volte col mio ex partner per raggiungere l’erezione e dopo essere andato a casa ho sentito un dolore molto forte ai testicoli, il tipico dolore del varicocele. Questo è successo anche il 31 Dicembre.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Andrea Militello
48% attività
20% attualità
20% socialità
PONTECORVO (FR)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Gentile ragazzo,
c'è sicuramente una forte componente psicogena che si autoalimenta.
Il suo specialista in questo omento è lo psicosessuologo ( Trova apposita sezione in questo portale ). L'Andrologo potrà intervenire poi per uno studio diagnostico approfondito.
[#2] dopo  
Utente 311XXX

Iscritto dal 2013
La ringrazio per la risposta.

Vorrei sapere se ci può essere una correlazione tra un varicocele e l'erezione. Su internet ho letto di si e molti utenti con il varicocele lamentano una assenza o nella maggior parte dei casi una debolezza dell'erezione.
Per quanto mi riguarda mi è stato diagnosticato un varicocele al testicolo sinistro ma da un annetto avverto lo stesso dolore anche al destro e al tatto sento come se ci fosse un "terzo mini testicolo" all'altezza dell'epididimo destro ( è presente solo nel momento in cui sento il dolore ).

P.S. Nel richiedere un nuovo consulto non trovo la specialità da lei consigliata ( psicosessuologia ) ma solo queste nel seguente ordine : psichiatria psicologia radiologia

Cordiali saluti.