Utente 332XXX
Salve Dottore, ho deciso di scrivere su questo sito perchè fino ad ora non ho trovato nessuna risposta. Sono un ragazzo di 21 anni e 2 anni fa mi sono accorto grattandomi la testa con il braccio sinistro, che viene a formarsi sul mio collo un "bozzo" a dire il vero i bozzi sono due.. si immagini una corda con un nodo più grosso e uno più piccolo. Da allora non ho smesso di "indagare" ho fatto più volte eco doppler, una volta la tac e diverse volte ecocardiogramma. Tutti i medici che mi hanno visitato quando vedevano la vena all'inizio erano sorpresi poi trattavano la faccenda con un pò di superficialità a causa dei risultati positivi delle macchine. Vorrei sapere se secondo lei devo accettare e convivere con questa cosa o continuare a cercare una soluzione..anche perchè mi crea problemi non posso abbracciare una persona con il braccio sinistro, quando vado al mare e nuoto sott'acqua si gonfia tantissimo, anche in altre situazioni si gonfia e non posso dire che mi faccia male ma è un fastidio molto grande che vorrei dimenticare oltre ad un fastidio è anche una grande paura che posso succedere qualcosa all'improvviso. So per certo che si tratta della giugulare esterna. Non so se può essere in relazione ma ho spesso il braccio sinistro indolenzito quasi come se fosse addormentato. Sono molto disponibile a mandare foto o altro. Vorrei solo avere delle risposte e dei consigli magari. Grazie mille e buona giornata

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giuseppe Iaci
32% attività
20% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2010
Prenota una visita specialistica
Se gli esami effettuati non hanno mostrato dimensioni preoccupanti del vaso venoso in esame, non mi preoccuperei, e accetterei serenamente questa variante anatomica.

In ogni caso si faccia seguire da un chirurgo vascolare, che dopo una attenta visita potra' consigliarla in modo ancor piu' decisivo.

GI