Utente 333XXX
Buon giorno,
ho fatto un incidente di moto e fra le altre cose mi so fratturato tibia e perone, sono stato operato e mi hanno fissato un estensore sulla tibia. ora mi dicono che la tibia non sta calcificando come previsto e si dovrà fare un intervento biologico.
Ho cercato di capire meglio di cosa stesse parlando l'ortopedico e ho capito che si tratta di prendere un frammento d'osso dall'anca e portarlo nella tibia. Ma mi dicono che molte volte questo intervento non ha successo, e mi avrebbero consigliato un intervento simile chiamato il lembo di bishop, ora le chiedo è un'intervento che viene fatto regolarmente oppure è ancora sperimentale, se viene fatto lo esegue un chirurgo ortopedico o un microchirurgo ?

Grazie
Gianni

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Umberto Donati
40% attività
12% attualità
20% socialità
BOLOGNA (BO)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Per chiarire, non esiste il microchirurgo ma esiste l'ortopedico che è addestrato in microchirurgia, ed esegue interventi ortopedici utilizzando, per la sutura di vasi e nervi, le tecniche microchirurgiche. Lo stesso avviene i tutte le branche chirurgiche (ginecologia, chirurgia generale, ecc.) Da più di 20 anni si utilizzano trapianti di osso vascolarizzato soprattutto nella chirurgia della mano. Questa tecnica è più recente e non è molto diffusa anche se esaltata dai media. Se, come dovrebbe essere, questo intervento Le è stato consigliato da un medico (e non attraverso chiacchiere da bar) si faccia spiegare bene da chi lo eseguirebbe casistiche, percentuali di guarigione, possibili rischi, complicazioni, ecc. Personalmente non sono in grado di dire di più, ma sicuramente non "viene fatto regolarmente" nel senso che non è un intervento di routine.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 333XXX

Iscritto dal 2014
Grazie mille per la disponibilità
Cordiali Saluti
Gianni