Utente 208XXX
Salve,
prima di spiegarvi la tipologia dei miei disturbi vi vorrei dire alcune cose che potrebbero chiarire l'intero quadro.
Fin da piccolo ho avuto un situazione famigliare particolare, con il padre alcolizzato e continui problemi di soldi, per fortuna circa 2/3 anni fa mio padre ha smesso di bere e lavorando qua e là sia i miei genitori che io, la situazione economica è andata sempre meglio.. Nel frattempo dall'età di 18 anni ho incominciato ad usare cannabis e fumare sigarette sempre facendo sport, ma nel 2012 ho deciso di dare un taglio anche a quello e continuare solo a portare avanti i miei vizi.. so benissimo che queste cose di per sé già influenzano molto la crescita di un individuo e fin dall'età di 16 anni ho sentito sempre un senso di ansia e disagio.
All'inizio del 2013 abbiamo avuto un lutto in casa e questa storia mi ha buttato un po' giù, ho incominciato a sentire sempre di meno la voglia di fare le cose, non vedevo alcun miglioramento in niente...a febbraio del 2013 mi sono accorto che piano piano le mie erezioni mattutine e quelle del resto del giorno o erano assenti del tutto o non erano complete, da li è ho incominciato ad avere questo pensiero fisso in testa, che si univa al fatto che non sono proprio molto dotato.In quel preciso periodo non ho dato molto peso a queste cose, finché non mi sono messo con un ragazza e la prima volta che ci siamo trovati a voler fare qualcosa, io non sono riuscito ad avere un'erezione, la volta dopo tramite mio nonno ho usato 1/4 di una pasticca da 50 di viagra preso dall'agitazione e dalla preoccupazione.Rendendomi conto che la situazione non migliorava, l'ansia e la preoccupazione non passavano, ho continuato ad assumere sempre la stessa quantità di medicinale per quasi un anno, ogni giorno controllavo le mie erezioni per vedere se spontaneamente riuscivo ad averene un'erezione piena oppure no.Parlando con una sessuologa solo dei miei disturbi di erezione, mi ha consigliato di intraprendere un cammino con il training autogeno che incomincerò proprio questo sabato.
Alla luce di tutto questo e consapevole del fatto che devo interrompere l'utilizzo dei farmaci, ho alcune domande:Questo tipo di disturbo di erezione può dipendere dal fatto che da inizio dell'anno scorso ho sempre avuto un'alimentazione e uno stile di vita non proprio regolare, con i vizi che vi ho scritto sopra e senza fare alcuno sport?
Questi disagi posso esser curate con una pompa a vuoto, tipo quella di andromedical, ho visto che aiuta il fitness sessuale e quando ho quelle erezioni non proprio complete sembra come se l'oganismo non facesse più affluire altro sangue, cosa che non succede se il membro è continuamente stimolato, ma solo in fase di erezioni spontanee se ci sono o interruzioni dell'atto sessuale?
Siccome ho visto che il Dr. Diego Pozza ha potuto assistere alcuni suoi pazienti che portavano l'estensore per il pene, vorrei anche sapere che tipo di approccio hanno utilizzato e la sua reale funzionalità?
Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Edoardo Pescatori
44% attività
12% attualità
20% socialità
REGGIO EMILIA (RE)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gentile lettore,
mi sembra innanzitutto che la sua situazione meriti una accurata valutazione diagnostica che spieghi perchè lei ha queste difficoltà. Probabilmente un forte candidato come causa è l'ansia nei confronti della sessualità. Anche l'uso importante di cannabis è deleterio per la sessualità. Fumo di sigaretta, sedentarietà, cattive abitudini alimentari causano danni nel tempo, ma è improbabile che alla sua età abbiano già determinato delle alterazioni del pene.
Le suggerisco di evitare il fai-da-te (vacuum-estensori) ma di affidarsi ad una accurata valutazione andrologica diretta. Ci faccia poi sapere.
[#2] dopo  
Utente 208XXX

Iscritto dal 2011
Salve,
La ringrazio prima di tutto della risposta Dr. Pescatori, lo so anche grazie a voi ed hai consulti che hanno fatto altre persone, che sarebbe meglio farsi visitare da uno specialista come voi, cosa che assolutamente farò nel più breve tempo possibile, detto questo però prima di procedere con una visita o altro, vorrei togliermi alcune domande che ho nella testa.
Se in un sito definiscono un tale strumento ottimo per fare "fitness sessuale", credo che un motivo ci sia, aldilà del fatto che molti vogliono spillare soldi sulla salute delle persone, queste pompe, potrebbero ristabilire la mia "vita sessuale" a quella di poco tempo fa?
in 3 anni ho fatto uso pesante della cannabis e da poco più di 2 settimane ho deciso di smettere non vedendone più il motivo dell'utilizzo, vorrei sapere in che modo possono influire nella vita sessuale?
E scusatemi se lo riscrivo ancora, ma voglio togliermi questo tarlo dalla testa e parlare con uno specialista di voi che ha avuto abbastanza esperienze nel valutare tali oggetti gli estensori....analizzando un forum in modo da capire se realmente questo strumento può funzionare, mi sono fermato su quello di andromedical.
So già che i risultati che dichiarano, sicuramente non saranno quelli che realmente un individuo può ottenere, ma vengo al punto, ho letto che è stato svolto uno studio qui in italia che "convaliderebbe" il fatto che andropenis può far aumentare le dimensioni del pene, voi che ne pensate di questo studio?
vorrei anche sapere se il percorso ti training autogeno secondo voi esperti del settore, può andare a fare bene per le problematiche che ho io?
[#3] dopo  
Utente 208XXX

Iscritto dal 2011
Scusi dottore, molte delle cose che le ho chiesto le ho trovate spiegate e rispiegate nei consulti che vi hanno chiesto altre persone e sono state molto chiare, un ultima cosa se possibile la vorrei chiedere, che ne pensate voi del training autogeno, può risolvere i miei problemi di ansia e stress?
Grazie mille