Utente 334XXX
Da circa un anno ho una dermatite atopica/ eczema su buona parte del corpo ed in particolare cuoio capelluto, tronco, braccia e gambe. Recentemente al patch test sono risultato molto positivo alla benzocaina e la sua collega specialista in allergologia ha imputato tutto cio' alla mia terapia antipertensiva:
prima adalat ed enapren cp e successivamente lercanidipina e ramipril cp
La specialista non ha indicato il motivo per cui questi farmaci erano controidicati. Il nostro medico di base si è trovato a dover prescrivere altri farmaci sostitutivi senza avere una chiara comprensione e mi ha ordinato norvasc cp e valpression cp. L' effetto di tale cambiamento farmacologico è ancora da vedere...
La ringrazio in anticipo dell'interessamento.
I

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
156628

Cancellato nel 2015
Egregio utente,
onestamente mi sfugge il nesso che esisterebbe fra la benzocaina e gli antipertensivi che ha citato. Pertanto non riesco a capire come si possa ipotizzare che la dermatite abbia origine nell'uso di quei farmaci.
Tra l'altro, se la diagnosi corretta fosse effettivamente quella di eczema atopico, il problema si spiegherebbe da solo senza dover necessariamente trovare una causa esterna, poiché l'eczema atopico è fondamentalmente una malattia spontanea.
Saluti,
[#2] dopo  
Utente 334XXX

Iscritto dal 2014
A novembre il dermatologo aveva scritto nel referto "dermatite orticarioide diffusa in esiti di eczema nummulare". Nella visita di gennaio ha scritto: "dermatite orticarioide, recidivante. Utile eseguire patch-test serie standard. Applicare Nerisona Forte crema 2 volte/die per 5 giorni sulle lesioni nuove.Come emolliente Dexeryl crema."
Sono passato come farmaco antipertensivo autonomamente ad usare solo Norvasc cp da 10 mg in quanto la pressione si mantiene su livelli normali e mi sembra di avere meno macchie rosse e meno prurito. Da agosto avevo già sospeso zyloric cp che assumevo da molto tempo.
Da varie ricerche su internet ho saputo che la benzocaina e prodotti correlati si trova in numerosi medicamenti,cosmetici e "crocia" con farmaci tiazidici. Sapendo che questi ultimi non rappresentano le categorie di farmaci antipertensivi di cui ho fatto uso sono rimasto perplesso ed il mio medico di base allo stesso modo si è trovato in difficoltà sulla scelta di un cambiamento di terapia. Ripeto che lo specialista in allergologia non ha spiegato né scritto il motivo del consigliarmi la prescrizione di nuovi farmaci antipertensivi. Ho passato molto tempo su internet per trovare tutti i prodotti correlati alla benzocaina per cercare di evitarli e le ho chiesto un aiuto per cercare di capire meglio l'argomento. Ho ipotizzato che nei coloranti delle pillole ci possano essere delle sostanze correlate alla benzocaina pur non indicate tra gli eccipienti.
Nel referto di gennaio della allergologa c'era scritto:"SE FOSSE POSSIBILE VORREI CAMBIARE I FARMACI PER LA PRESSIONE, PERCHE' TUTTI E DUE SONO ALLERGIZZANTI"(intendeva sia adalat+enapren sia lercanidipina+ramipril).

La ringrazio ancora dell'interessamento
[#3] dopo  
156628

Cancellato nel 2015
Al di là della questione riguardante le sulfonamidi, sulle quali evidentemente si è ben documentato raggiungendo logicamente alla mia stessa conclusione, sembra ipotizzabile che non vi sia chiarezza neanche nella diagnosi.
Personalmente, con gli elementi a disposizione, ritengo che sia lecito continuare a dubitare dell'origine iatrogena del Suo problema.
Appare verosimile che la situazione necessiti di una rivalutazione, anche in relazione alla sospensione dell'allopurinolo e ai suoi riflessi sui livelli attuali di uricemia.
Le consiglio pertanto di ripartire dal dermatologo ed eventualmente sentire una seconda opinione allergologica.
Saluti,