Utente 731XXX
Salve, innanzitutto un saluto a voi specialisti ed un ringraziamento anticipato per l'aiuto che spero mi darete. Sono un ragazzo di 17 anni quando il pene non è in erezione riesco a scoprire completamente il glande. Invece, quando ho l'erezione, il glande non si scopre da solo, ed inizialmente se il pene è completamente asciutto, ho la parte sinistra della punta coperta dalla pelle, mentre una volta che lo lubrifico con anche della semplice acqua, riesco a scoprire il glande, senza il minimo dolore o fastidio, con l'unico problema, che, non so se dipenda dall'età, vedo il mio pene molto diverso rispetto a quello di un adulto, nel senso che il mio glande scoperto non misura più di 1,5-2cm, ed inoltre, non mi convince del tutto il fatto che quando il pene è "asciutto" non avviene la scopertura del glande.
Premetto che ho disagio a parlarne con i miei genitori, non tanto nel dire soffro di simosi o fimosi (a proposito, gradirei un vostro parere su cosa io soffra), ma nel fare discorsi come "quando non ho l'erezione riesco a scoprire il glande senza dolori mentre in erezioni ci riesco sempre senza dolori o fastidi solo dopo aver lubrificato il pene".

Spero vivamente in un vostro aiuto. Cordialmente.

N.B ho letto che si potrebbe evitare la circoncisione (spero proprio non sia il mio caso dato che non so se soffro davvero di simosi o fimosi) con degli esercizi che permettono una più agevole scopertura del glande, se davvero è possibile, potreste illustrarmeli gentilmente?
Grazie di tutto.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Gabriele Antonini
40% attività
8% attualità
16% socialità
SPAGNA (ES)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2008
Potrebbe avere un frenulo corto. Si faccia vedere da uno specialista Urologo
Saluti
[#2] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore,

può essre comprensibile il suo disagio che lei potrebbe superare rivolgendosi al suo medico di famiglia che potrà consigliarle cosa e come risolvere il problema
Cari saluti