Utente 733XXX
Dubbi paure.
A fine gennaio ho avuto un rapporto a rischio. Dopo due settimane dal rapporto mi sono comparsi sintomi riconducibili all'infezione primaria da HIV :
- rash cutaneo (puntini rossi su tutto il corpo per 48 ore)
- febbre max 39 (con una media di 38 per 3 giorni)
- ghiandole leggermente ingrossate e non doloranti sul collo (evidenti quelli dietro il cranio)
- dolori forti alle mani
il tutto è durato una settimana.
Nelle settimane seguenti notavo un'epistassi al naso che è durata un mese circa.
Ho aspettato i canonici 100 giorni (per l'esattezza 104 giorni) e ho effettuato il test hiv in un centro MTS di Milano.
Il risultato è stato negativo (metodo ELFA).
Ora mi chiedo se è il caso di rieffettuare il test a 180 giorni visti i particolari sintomi avuti.
Sono confuso.
Un grazie particolare per l'aiuto.


[#1] dopo  
37134

Cancellato nel 2009
Se lei ha un test HIV negativo a 104 giorni stia sereno.
[#2] dopo  
Utente 733XXX

Iscritto dal 2008
Egregio Dr.Masala la ringrazio infinitamente per la rassicurante risposta. Mi sono sempre chiesto però da dove è arrivata la comparsa di quei puntini rossi su tutto il corpo. Oltre al test hiv e quelli per la sifilide (effettuati presso il centro MTS a 104 giorni dal rapporto a rischio) nel periodo della comparsa ho controllato anche quelli per la mononucleosi, per la rosolia, per la toxo, per il citomegalovirus senza riscontrare nulla. Cosa poteva essere ?
Cordialmente.
[#3] dopo  
37134

Cancellato nel 2009
Vi sono virosi passeggere che danno ugualmente rash. Può essere utile un videat dermatologico.
[#4] dopo  
Utente 733XXX

Iscritto dal 2008
Vorrei se è possibile avere un'ultima delucidazione vista la paura e l'angoscia dei mesi trascorsi e ancor oggi.
Leggo nel famoso CDC di Atlanta che se si ha la certezza (ma in quanti possono averla in un rapporto occasionale ?) che il partner con cui si è avuto il rapporto a rischio è sieropositiva e se si hanno avuti sintomi correlabili è indicato il test a 180 giorni.
Quale è la differenza allora tra i 100gg. e i 180gg. ? Non capisco.
Perchè dovrebbero sieroconvertire dopo i 100gg. ?
Grazie per la gentilezza e la pazienza.
[#5] dopo  
37134

Cancellato nel 2009
Gentile paziente stia sereno un test a 100 giorni è bastevole.
[#6] dopo  
Utente 733XXX

Iscritto dal 2008
Dott.Masala non so come ringraziarLa per la professionalità e tranquillità che riesce a trasmettere. Vorrei dirLe che sull'argomento periodo finestra HIV c'è sempre molta titubanza da parte dei Dottori nel dare una data certa e taluni solo se gli si scrive che il rapporto a rischio era con una/un partner sieropositivo certo (non sempre si può sapere no ?) e su una sintomatologia di apparente infezione acuta (non sempre si può sapere no ?) prendono le distanze e preferiscono dare il termine a 180 gg. sebbene la metodica di quarta generazione come scrivono ha diminuito i tempi di attesa. Lei lavora sul "campo" e davvero nei forum dà veramente risposte.
Cordialmente e di nuovo grazie.
[#7] dopo  
Utente 733XXX

Iscritto dal 2008
Un'altra spero ultimissima domanda.
In questi giorni sento fitte nella zona ascellare e inguinale, senza dolore e senza rilevabile massa e alternate.
E' il mio continuo pensare ?
La ringrazio infinitamente Dottore.
[#8] dopo  
37134

Cancellato nel 2009
Gentile paziente il dolore è un segno aspecifico e va valutato dal medico di base qualsiasi sia la sede, certo non è di per se segno di malattia infettiva.
[#9] dopo  
Utente 733XXX

Iscritto dal 2008
Non sono fitte dolorose ... sento all'interno di queste zone (inguine e ascelle) come dei piccoli fastidi non so come spiegarmi.
Grazie per la Sua infinità disponibilità e gentilezza Dott.Masala da sempre.
[#10] dopo  
37134

Cancellato nel 2009
Ripeto non sono correlabili in prima istanza a malattie infettive.
[#11] dopo  
Utente 733XXX

Iscritto dal 2008
Gent.mo Dott.Masala, ogni tanto mi faccio sentire per via della sua compentenza e gentilezza.
Da circa un mese la mia lingua, nella parte più interna, è ricoperta da una patina biancastra (senza dolori) con puntini rossi (tipo fragola bianca). Possono essere fenomeni riconducibili a sieroconversioni tardive ? Scusi l'ignoranza e la paura. Grazie mille.
[#12] dopo  
37134

Cancellato nel 2009
Ribadisco quanto già scritto.
[#13] dopo  
Utente 733XXX

Iscritto dal 2008
intende che non sono sintomi riconducibili a sieroconversioni tardive (10 mesi) giusto ? Grazie Dottore lei è sempre troppo paziente con me.
Spero di non doverla più disturbare per queste mie paure.
Di nuovo.
[#14] dopo  
Utente 733XXX

Iscritto dal 2008
Gentilissimo Dott.Masala,
volevo solo aggiornarla in merito a quanto sopra.
Da novembre la mia lingua, inizialmente nella parte più interna poi su tutta intera, è ricoperta da una patina biancastra (senza dolori) con puntini rossi (tipo fragola bianca). Possono essere fenomeni riconducibili a sieroconversioni tardive ? Non ho altri sintomi ne dolori.
La ringrazio anticipatamente per la risposta in merito.
Cordialmente.
[#15] dopo  
37134

Cancellato nel 2009
Il segno riferito è aspecifico è in prima istanza poco correlabile a qualsiasi evento.