Utente 412XXX
Salve Egregi,
sono portatore di protesi acustcihe endo (quelle che vanno dentro il condotto) e a volte mi capita di produrre del cerume un pò liquido (che con le protesi acustiche non va affatto d'accordo ed in più mi crea anche fastido ai condotti dovuto dal contatto delle protesi e cerume liquido).
Ho visto che adesso c'è una specie di "pistola" che serve ad aspirare delicatamente il cerume dalle orecchie, il che, oltre ad aspirare il cerume (soprattutto quando capita sia un pò liquido) mi farebbe molto comodo anche dopo la doccia per aspirare l'acqua che rimane nei condotti altrimenti potrei avere problemi con e alle protesi.
Vorrei chiedere: credete che potrei usare tranquillamente questo strumento o anche nel mio caso sarebbe meglio evitare?
Coridlamente

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Raffaello Brunori
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Assolutamente è da evitare tale pratica. Consiglio, invece, di tenere giornalmente pulito il condotto uditivo esterno utilizzando uno specifico prodotto spray che si vende in farmacia
Un cordiale saluto
[#2] dopo  
Utente 412XXX

Iscritto dal 2007
Salve Egr. Dr. Brunori,
innanzitutto Grazie per la risposta.
Mi perdoni, io uno spray specifico già lo usavo ma non è stato molto efficace per il mio problema.

Adesso avevo visto una pubblicità di questo apparecchietto e chiedendo al mio audioprotesista (che però non è laureato in Medicina) se potessi usarlo mi aveva detto di si.

Mi perdoni, potrei chiederle perchè questo apparecchietto appositamente studiato per la rimozione del cerume mediante delicata aspirazione, andrebbe assolutamente evitato?
Magari perchè pulisce troppo e questo non è un bene o perchè invece può provocare danni al timpano?

PS: mi scusi, Lei mi consiglia di tenere pulito il condotto uditivo esterno, ma l' "aspiratore elttrico" non serve proprio per questo?
Leggo infatti che "rimuove facilmente il cerume e i liquidi senza causare dolore o arrecare danno, lasciando le tue orecchie pulite e asciutte"
che sarebbe proprio quello di cui io ho bisogno, cioè: rimuovere i liquidi e avere il condotto asciutto........ altrimenti con le protesi diventa un mezzo inferno.

Grazie ancora e cordiali saluti.
[#3] dopo  
Dr. Raffaello Brunori
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Questa soluzione, come i coni di cera non devono essere utilizzati perché, in presenza di uno stato infiammatorio, si puo' provocare una lesione del timpano.
[#4] dopo  
Utente 412XXX

Iscritto dal 2007
Chiedo venia Dr. Raffaello Brunori,
ma quindi, se io ogni 4 mesi andassi dall'otorino per escludere la presenza di uno stato infiammatorio, fra una visita e l'altra allora potrei usare quest'apparecchietto (soprattutto per non aspettare troppo tempo a mettere le protesi dopo aver fatto la doccia e nelle volte in cui mi capita di avere cerume sieroso) o anche programmando tre visite otorinolaringoiatriche l'anno, sarebbe comunque rischioso l'uso dell'aspira cerume in questione?

Le auguro buona domenica.
Cordialmente
[#5] dopo  
Dr. Raffaello Brunori
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Forse, non mi sono spiegato. Tali presidi non devono essere utilizzati. Per l'igiene dell'orecchio esterno, si possono utlizzare delle gocce auricolari specifiche o spray o soluzioni di acido borico tutti vendibili in farmacia. Poi, faccia quello che vuole, ovviamente.
Buona domenica anche a Lei
[#6] dopo  
Utente 412XXX

Iscritto dal 2007
No Egr. Dr. Brunori, Lei si è spiegato beneissimo, infatti avevo tutta l'intenzione di acquistare l'aspira cerume ma dopo il suo consulto sicuramente non lo prenderò più (ho già abbastanza guai con orecchie e udito, non voglio di certo aggiungerne altri).

Un'ultima domanda però: credo che fra le soluzioni da lei elencate, forse la soluzione a me più congeniale sarebbe la soluzione di acido borico in quanto vi è la presenza di alcol e dunque dovrebbe evaporare prima delle altre soluzioni e lasciarmi il condotto uditivo asciutto più in fretta (così potrò mettere le protesi acustiche prima e avere anche meno problemi di danneggiarle),
è così? In linea teorica la soluzione di acido borico per me è la più congeniale?

E ........ ci sono delle controindicazioni o limitazioni d'uso per il borico? O potrei usarlo anche tutti i giorni e magari anche più di una volta al dì?

Grazie ancora, senza il suo consulto avrei sicuramente preso l'apparecchietto e non sarei giunto alla conclusione dell'acido borico poichè il mio audioprotesista aveva detto il contrario e anche l'otorino al quale mi ero rivolto circa un anno fa non mi era stato di molto aiuto.
Cordiali saluti
[#7] dopo  
Dr. Raffaello Brunori
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Non credo che abbia questa produzione abnorme di cerume e, pertanto, è sufficiente detergere il condotto uditivo esterno con la soluzione di ac. borico un paio di volte la settimana.
Buona domenica
[#8] dopo  
Utente 412XXX

Iscritto dal 2007
Si Dr. Brunori, lei ha ragione, non ho un abnorme produzione di cerume solo che le protesi acustciche endo non fanno respirare bene le orecchie e creano una sorta di condensa, inoltre con le protesi il condotto uditivo suda anche di più ed io mi ritrovo dunque ad avere dei condotti abbastanza più umidi di quanto li avessi se non portassi le protesi.
Per tali motivi, vorrei chiederle se la detersione con soluzione di ac. borico di 3 - 4 volte a settimana (invece delle due) rimane lo stesso non cosigliabile.
Usare la soluzione 3 - 4 volte a settimana può causare irritazione ai condotti o qualche altro problema?

Un'ultima domanda: in farmacia è sufficiente chiedere la soluzione di acido borico in basa alcolica o devo andare dal dottore per sapere a che percentuale deve essere il borico e a quanto l'alcool?

Chiedendole scusa se le ho posto troppe domande e se sono ritornato più volte sull'argomento, la ringrazio ancora per la cortese pazienza, disponibilità e competenza e la saluto ancora cordialmente.
[#9] dopo  
Dr. Raffaello Brunori
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
In farmacia, si vende una soluzione già pronta a base di acido borico come spray auricolare. Io direi, nel suo caso, di lavare giornalmente i condotti uditivi esterni con una soluzione spray specifica per la detersione dell'orecchio e, due volte la settimana, usare lo spray di ac. borico.
Cordialità
[#10] dopo  
Utente 412XXX

Iscritto dal 2007
Ok Dottor Brunori,
seguirò le sue indicazioni ........... anche se ad essere sincero, avrei preferito l'alcool borico al posto dello spray ad acqua perchè con l'alcool la soluzione evaporerebbe prima e immagino mi lascerebbe anche i condotti meno umidi che mal si addicono ai gusci delle protesi.
Cordialmente
[#11] dopo  
Utente 412XXX

Iscritto dal 2007
Salve Dr. Brunori,
oggi in farmacia non mi hanno dato lo spray di ac. borico ma quello che loro dicono danno sempre che è una soluzione che fanno loro con alcool al 35% e acido borico molto inferiore al 3%.
Inoltre, quando ho chiesto come va usata, perchè io credevo andasse usata a mò di lavaggio, mi hanno detto che invece va messa nel condotto e lasciata lì fino ad evaporazione.
Le faccio presente che non ho parlato con la farmacista perchè la stessa mi ha mandato dall'impiegato non farmacista (quello che porta il camice blu) e adesso, anche se ho preso la soluzione che mi hanno consigliato perchè dicono la fanno standard in base alle indicazioni ricevute da un otorino della città, ho un pò di dubbi, la devo lasciare nel condotto fino ad evaporazione o solo una decina di secondi?

Ho avuto anche modo di passare dal mio otorino (che mi ha tolto un tappo di cerume) e domandando allo stesso sull'alcool borico mi ha detto che posso usarlo (non mi ha detto come) due volte a settimana al 3% di borico e 60 di alcool, in farmacia però sono stati molto titubanti quando gli ho detto queste percentuali perchè dicono che così brucia troppo. Io ho chiesto se oltre al bruciore se potesse causare danni ai timpani e, sempre il non farmacista, fa spallucce e mi dice "mi ascolti, provi questa soluzione standard e vediamo se si troverà bene".
[#12] dopo  
Dr. Raffaello Brunori
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Il prodotto da me consigliato si trova comunemente in commercio in farmacia. Purtroppo, per motivi pubblicitari, non posso farne il nome.
Comunque sia, fra le due soluzioni proposte, è preferibile quella preparata dalla Farmacia.