Utente 582XXX
Da circa un paio di settimane, ho notato una insolita accelerazione dei battiti, nel senso che li percepisco chiaramente a livello di sensazione (mi pare anche al collo). La mia pressione è in media abbastanza bassa 115-120/80, la tengo monitorata attraverso un misuratore semi-professionale. So che i battiti si aggirano sugli 80, mentre ultimamente li trovo anche tra 90 e 100, in qualche caso isolato anche sopra. Non ho patologie note, non assumo farmaci, non fumo, non sono in sovrappeso. Mi capita di sentire chiaramente questa accelerazione secondo me ingiustificata facendo sforzi minimi: salendo una scala, facendo una doccia. Il sintomo più strano è al risveglio, dove mi può capitare avendo la necessità di urinare, di svegliarmi sudato in volto, che questi aumentino ai livelli sopra espressi, e di avere la minima intorno ai 90. Mi è stato fatto notare la mattina, di essere molto pallido, dove a volte mi capita qualche momento di sudorazione, tipo una vampata, ma niente febbre.
Di recente appena prima di avere questa sintomatologia mi è capito di bere "socialmente" abbastanza, ma in un giorno solo, lo chiamerei binge drinking, mentre di solito non bevo, che mi ha lasciato anche forti bruciori di stomaco (di cui sono notoriamente delicato) che mi porto ancora dietro, e una maggiore frequenza di minzione notturna. La mia domanda è: potrebbe un'episodio isolato produrre un effetto così protratto nel tempo ? Ho ridotto l'assunzione di the che di solito assumo liberamente, e mi sono riposato di più, ma sembro essere rimasto "vulnerabile". Mi chiedevo se l'attività fisica possa giovare, e se possa giocare un ruolo ad es. l'ansia.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Guardi senza una diagnosi è possibile tutto e il contrario di tutto...Faccia gli esami ematochimici di routine (chieda per questo il supporto del suo medico di famiglia) e se risulteranno negativi e il problema persiste potrebbe essere utile un Holter ECG delle 24 h.
Cordialmente