Utente 344XXX
Buongiorno, ho avuto trapianto di rene tre anni fa, è andato tutto benissimo ma ora la fistola che usavo per l'emodialisi inizia a gonfiarsi, dare fastidio e ad ingrossare anche le altre vene del braccio. Ho 42 anni e un bimbo di 20 mesi da prendere in braccio, cosa mi conviene fare?
Il flusso arterioso aumenta sempre di piú, puó portare effetti collaterali sul resto della circolazione arteriosa o venosa? Cosa si puó fare in genere in queste circostanze? La si chiude chirurgicamente? Se un giorno dovessi di nuovo averne bisogno la si potrà riaprire?
Cordialitá
[#1] dopo  
Dr. Giuseppe Anselmo Tuttolomondo
24% attività
4% attualità
0% socialità
AGRIGENTO (AG)
Rank MI+ 28
Iscritto dal 2014
Salve. Generalmente dopo il trapianto renale, se le condizioni cliniche sono favorevoli e se la funzionalita' renale e' eccellente si puo rivalutare la fistola e nel caso anche chiuderla. Nulla toglie alle circostanze che se vi fosse di bisogno in futuro si pio' confezionare una nuova fistola. Il tutto e' da far valutare al nefrologo: generalmente dopo un po ' di anni se il quadro nefrologico e' stabilizzato o se vi sono problemi clinici si puo' chiudere la FAV .
con osservanza