Utente 347XXX
buongiorno,

nell'ottobre del 2012 mi fu diagnosticata, tramite biopsia renale, una glomerulonefrite da IgA. la biopsia si era resa necessaria in quanto alcuni valori delle analisi del sangue e delle urine risultavano notevolmente alterati, in modo particolare per i seguenti:

creatinina = 2.2
proteinuria = max registrata 4g/litro
microematuria
Hg<12
K elevato (oltre 6)
urea 110
pressione arteriosa mai <140/85

successivamente fui sottoposto a protocollo Pozzi. la terapia venne iniziata nel dicembre 2012, i boli in mese 1-3-5 furono ultimati nel'aprile 2013 e il dosaggio orale, pari a 0.5 mg/kg fu scalato a partire da luglio per terminare ad inizio settembre 2013.

nel frattempo i valori di creatinina si stabilizzarono intorno a 2.2, con minima di 2 e max di 2.5, mentre la proteinuria diminuì sensibilmente fino a fermarsi a tracce nell'ultimo trimestre del 2012 e nel primo trimestre del 2014.
ad un follow-up a fine marzo 2014 la proteinuria era di 30 mg/dl e a metà maggio di 150 mg/dl, parzialmente confermata con un dosaggio nelle 24 h che, a fronte di una diuresi di 2.100 ml, indicava un valore di 1,79 g/l.

ovviamente ho, ed anche il mio nefrologo (premetto di essere in cura presso il fatebenefratelli dell'isola tiberina di Roma, il timore di una rcidiva.

il quesito che le pongo, egregio dottore, è il seguente:

a) in caso di recidiva dovrò ripetere il ciclo di cortisone, aggiungendo eventualmente qualche immunosoppressore??

b) la recidiva di proteinuria è un indice di peggiramento della malattia, anche in presenza di creatinina stabile???

preciso che nell'ultimo mese e mezzo, nonostante il perdurare ella terapia antipertensiva a base di Aprovel 300 e Norvasc 10 (quest'ultimo sostituito da due settimane con Vasoxten 10) e 2 cpr. Lasix 25, la mia presione è sistematicamente superiore a 135/85, mentre fino a fine marzo avevo avuto dati confortanti, con punte, anche fequenti, di 115/75.

la ringrazio.
[#1] dopo  
Dr. Remo Luciani
28% attività
8% attualità
16% socialità
BENEVENTO (BN)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2012
Prenota una visita specialistica
egregio signore,
il sospetto di recidiva è forte,in merito ai quesiti posti:
1) il ciclo di steroide deve essere ripetuto e se non efficace o solo parzialmente si possono aggiungere altri immunosoppressori (micofenolato ad es) anche se il loro ruolo in Letteratura è molto poco definito
2) la proteinuria è un indice prognostico renale negativo il suo controllo è fondamentale per ritardare progressione
Un caro saluto
[#2] dopo  
Utente 347XXX

Iscritto dal 2014
dottor Luciani La ringrazio.

mi rendo conto che non è possibile fare pronostici o proiezioni progredendo verso una insufficienza renale terminale in modo rapido??

grazie.
[#3] dopo  
Utente 347XXX

Iscritto dal 2014
dottor Luciani La ringrazio.

mi rendo conto che non è possibile fare pronostici o proiezioni, ma pensa che stia progredendo verso una insufficienza renale terminale in modo rapido??

grazie.
[#4] dopo  
Dr. Remo Luciani
28% attività
8% attualità
16% socialità
BENEVENTO (BN)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2012
Caro signore,
La progressione e' tanto più rapida quanto più alta e' la proteinuria. Nel vostro caso i livelli di proteinuria per quanto significativi,sono al di sotto del range nefrosi o,quindi margini terapeutici ce ne sono.
Un caro saluto
[#5] dopo  
Utente 347XXX

Iscritto dal 2014
La ringrazio molto dottore, anche per il conforto emotivo.

se me lo consente, la terrò aggiornata con i dati che man mano si renderanno disponibili.

anche a Lei un caro saluto.