Utente 214XXX
Nel corso degli ultimi anni mi sono reso conto che il numero delle eiaculazioni sta diminuendo. Mi spiego meglio:- dopo la prima eiaculazione, non riesco più ad averne una seconda nel giro di pochi minuti come spesso capitava qualche anno fà. Insomma dopo un rapporto sessuale per averne un secondo ora, a differenza di prima, ho bisogno minimo un'ora, per riuscire ad avere una nuova eiaculazione. Preciso che mi è stata diagnosticata una prostatite ( nulla di serio a dire dell'urologo). E' normale all'età di 46 anni?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,ripetere un rapporto nella stessa seduta é,spesso,una necessità legata alla breve durata del precedente e/o appannaggio di coppie occasionali,non conviventi.Altrettanto spesso la necessità di ricorrere ad un secondo e,a volte, terzo,rapporto,deriva dalla precocità delle eiaculazioni precedenti...Considerando che la prostata produce circa il 50% del liquido seminale,la continua sollecitazione può,nel tempo,dare disturbi prostatici.Il dato età é insignificante.Un andrologo esperto saprà darle i consigli idonei.Cordialità.