Utente 350XXX
Buongiorno,
Ho sempre avuto un'aspetto "immaturo" rispetto a quello dei miei coetanei, insomma non sono mai sembrato un ragazzo normale per la mia età.
I caratteri sessuali secondari sono carenti: ho pochi peli, barba estremamente rada, ossa lunghe e sottili. Nonostante ho una buona alimentazione e abbondante, non riesco a prendere peso pur facendo attività fisica con impegno: sono sottopeso.
Sono preoccupato per il mio apparato genitale, in particolare per i testicoli. Il pene è "sottile" ma lungo nella media, diciamo estremo inferiore dell'intervallo. Però sono molto preoccupato per i testicoli, decisamente piccoli e non hanno un bell'aspetto. Lo scroto sembra eccessivamente sottile, è abbondate in proporzione a ciò che contiene, rimanendo molto flaccido. Praticamente pene e testicoli non sono cresciuti molto da quando avevo 10-12 anni, se non un po' di peli.
Ho sempre pensato che semplicemente mi sarei sviluppato in ritardo rispetto ai miei coetanei e ho aspettato. Ora però ho 23 anni e sinceramente credo che purtroppo sono destinati a restare così.
Insomma non ho il corpo, l'aspetto, l'apparato genitale di un ragazzo normale!
Questa mia inferiorità fisica mi ha creato disagi psicologici da quando ero nell'età in cui i miei coetanei si sviluppavano, non vorrei che questo tipo di stress possa aver contribuito.
Non ho mai avuto un rapporto sessuale. Sapendo di non essere fisicamente maturo non mi sento pronto per una ragazza, mi sento come se non me la meritassi non avendo gli attributi necessari, sebbene la voglia e sento di averne bisogno anche per la mia salute psicologica. Bene o male pensavo che avrei solo dovuto aspettare che prima o poi mi sarei sviluppato, ma ora che ho 23 anni inizio ad essere terrorizzato dall'idea che non diventerò mai uomo, quindi non sarò mai degno di avere una donna. La cosa mi demprime profondamente da anni, cerco di dimenicarmene investendo tutto il mio tempo in studio e lavoro, almeno lì sto avendo successo.
Mi sono informato e credo di aver sofferto di una carenza di ormoni, in particolare testosterone, durante il periodo della crescita, così lo sviluppo di testicoli, pene e caratteri sessuali secondari non è avvenuta. La cosa che mi rattrista è il fatto che con cure ormonali a tempo debito forse si poteva ovviare al problema. Non ho avuto il coraggio di parlarne con nessuno e ho solo aspettato.
Per prima cosa incontrerei un andrologo per valutare i miei testicoli. Dopo vorrei fare dei test ormonali
Da che tipo di specialista devo farmi visitare?
Se i miei livelli ormonali risultasseri bassi, intervenire a 23 anni per sistemarli può ancora stimolare un normale sviluppo (almeno in parte) è troppo tardi essendo finita l'adolescenza?
Per lo meno voglio tentare il possibile, se non si può fare più nulla voglio saperlo almeno mi metto il cuore in pace.
Cordiali saluti,
Riccardo

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
in primis un ritardo evolutivo è facile da diagnosticare, per cui basta il medico di base. In secundis la smetta di "tampinare" internet che ne ricava solo dubbi e paure. Alla sua età si sitema tutto. Gli specialisti del caso: andrologo o endocrinologo.
[#2] dopo  
Utente 350XXX

Iscritto dal 2014
Gent. Dr. Giorgio Cavallini,
innanzitutto la ringrazio per la risposta immediata.
Io inizierei con l'incontrare un andrologo per una prima superficiale valutazione dei testicoli; se lo specialista mi conferma procederei con una visita endocrinologica.
Quindi intervenendo ora tramite somministrazioni di ormoni è ancora possibilie stimolare lo sviluppo?

[#3] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
"Quindi intervenendo ora tramite somministrazioni di ormoni è ancora possibilie stimolare lo sviluppo?". Fino a 50 anni.


[#4] dopo  
Utente 350XXX

Iscritto dal 2014
Grazie mille Dr. Cavallini, quanto meno ora mi sento tranquillizzato. La cosa peggiore era pensare di aver potuto rimediare e non averlo fatto in tempo, almeno ora so che non è così.
Ho un'ultima domanda: esistono casi in cui i testicoli sono piccoli, quindi tutti i caratteri sessuali (primari e secondari) non si sviluppano come nella media, semplicemente per motivi fisiologici a cui non si può rimediare e non per via di squilibri ormonali?