Utente 352XXX
Buongiorno,
vorrei chiedere un parere per quanto riguarda alcuni disturbi ai quali è soggetto il mio compagno, che ha 28 anni (non è in sovrappeso).

Tempo fa fece una visita da uno specialista perché aveva il battito accelerato e dolori a petto e braccio sx. Il dottore, in seguito a ECG, gli disse di stare tranquillo ma di evitare grossi sforzi fisici (palestra, sollevamento pesi).

Circa un anno fa andammo al PS per forti palpitazioni sorte in un momento di tranquillità (stava chiacchierando con un amico).
L'ECG sembrava rilevare un'area ischemica, smentita poi dalle analisi del sangue;

Proseguimmo con gli accertamenti: la visita cardiologica con ECG rilevò ancora anomalie nel tracciato (sospetti di extrasistole e angina pectoris o cardiopatie), gli fu prescritto Ecodoppler e un medicinale (di cui non ricordo il nome) per controllare palpitazioni e dolore al petto, il quale sembrava -però- peggiorare la situazione di dolore al petto, lo sospendemmo;
l'Ecodoppler non rilevò nessuna anomalia strutturale o funzionale, il medico ci consigliò dunque di proseguire con ECG sotto sforzo e analisi per la tiroide.

Periodicamente presenta senso di costrizione al cuore, leggeri dolori al braccio sinistro, senso di affanno e ansia.
Abbiamo pensato che potessero essere attacchi di panico, ma in questo caso come si spiegherebbe l'anomalia dell'ECG? (quattro ECG su quattro presentano anomalie).

Ringrazio anticipatamente.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Vede le parla di animalie dell ECG ma non riporta alcun referto.
Può darsi che sia tuttA ansia come dice lei, ma le conviene programmare un ECG da sforzo massimale, specie se avesse fattori di rischio ( familiari sovrappeso, fumo etc)
Arrivederci