Utente 354XXX
Salve dottore,mio padre ha subito una prostatectomia radicale nel 2008 a seguito di un tumore alla prostata con score di gleason 3+4.Dopo un po' il PSA iniziava a salire,e fece una radioterapia con circa 60 sedute.

Per 4 anni il PSA saliva leggermente,ma ad ottobre 2013 arrivo' ad 1,4.I medici a seguito di questa recidiva biochimica gli prescrissero una puntura di Firmagon 80 al mese,ed il PSA ad aprile 2014 risultava essere di 0,005.

Ma pochi giorni fa , il PSA risultava essere di 0,04 .Si puo' affermare che mio padre a seguito di questo aumento di PSA sia diventato resistente alla terapia ormonale?Se la risposta è negativa,a che valori di PSA si puo' stabilire un'eventuale resistenza alla terapia? Grazie
[#1] dopo  
Dr. Alessandro D'Angelo
48% attività
4% attualità
16% socialità
FURCI SICULO (ME)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
resistenza ormonale non ci credo più visti gli ultimi farmaci usciti in commercio. Credo che una risalita del psa ponga in essere un'attenzione per una modifica della terapia, fosse anche aggiungendo una pillola in atto. Ma va valutato bene per età e comorbidità (patologie concomitanti)