Utente 764XXX
Buonasera,
il mese scorso, durante uno stage in oncologia, ho conosciuto una paziente ,a cui mi sono molto affezionata, affetta da circa un anno da tumore allo stomaco con piccole metastasi al polmone e al fegato. La signora ha effettuato la chemioterapia e dal'ultima tac fatta a inizio Luglio risultavano miglioramenti, tanto che il dottore le aveva dato appuntamento a ottobre per rivedere la situazione. Pochi giorni fa , però, la signora ha iniziato a perdere di nuovo peso, la sua carnagione è diventata giallastra e anche le urine risultavano molto gialle. Il medico ora le ha fissato un altra tac per vedere la situazione. Quello che desidererei sapere è se la sua situazione si sta aggravando, se l'ittero è un sintomo che può significare un peggioramento della malattia e quanto le resta da vivere più o meno.
Grazie per l'attenzione.
Silvia

[#1] dopo  
Dr. Carlo Pastore
36% attività
12% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2004
Cara Silvia,

ovviamente per esprimere un giudizio adeguato occorrerebbe visionare tutta la documentazione circa la malattia. Così, ad impronta, certamente si può dire che l'ittero con iperbilirubinemia (colore molto giallo delle urine ne è la testimonianza) indica un probabile peggioramento. Non è mai possibile stabilire una sopravvivenza poichè l'andamento nel tempo di queste malattie risulta imprevedibile.

un caro saluto, Carlo Pastore
[#2] dopo  
Utente 764XXX

Iscritto dal 2008
Gentile Dott. Pastore,
la ringrazio per i chiarimenti. Volevo chiedere come mai se la malattia è in peggioramento l'ultima tac fatta dava risultati positivi o comunque stabili. Potrebbe essere dovuto all'interruzione della chemioterapia? Per quanto riguarda le speranze di sopravvivenza vorrei sapere se è una cosa imminente oppure che può durare mesi o addirittura anni. Grazie ancora

Silvia
[#3] dopo  
Dr. Carlo Pastore
36% attività
12% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2004
Cara Silvia,

innanzitutto occorre vedere quanto recente è la TC. Purtroppo queste malattie soprattutto in assenza di terapia specifica tendono a crescere rapidamente. Inoltre spesso la TC vede un pò meno di quello che realmente c'è. Per una neoplasia gastrica metastatica difficilmente si parla di anni di sopravvivenza anche se nessuno è in grado di quantificare precisamente.

Un caro saluto

Carlo Pastore
[#4] dopo  
Utente 764XXX

Iscritto dal 2008
La tac è stata eseguita il 2 luglio. Lei crede che la signora dovrà continuare a fare la chemioterapia se la nuova tac, che eseguirà settimana prossima, evidenzierà la presenza di un avanzamento del tumore?
Grazie e mi scusi l'insistenza... ma sono un po' scoraggiata e ho paura di non riuscire a vedere più la signora al mio rientro dal mare a fine agosto...
[#5] dopo  
Dr. Carlo Pastore
36% attività
12% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2004
Cara Silvia,

ritengo proprio di si, anche però in relazione alle terapie eseguite precedentemente. Un salutone

Carlo Pastore
[#6] dopo  
Utente 764XXX

Iscritto dal 2008
Grazie...e lei pensa che potrò ancora rivederla tra un mese?
[#7] dopo  
Dr. Carlo Pastore
36% attività
12% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2004
Cara Silvia,

io penso di si.

Carlo
[#8] dopo  
Utente 764XXX

Iscritto dal 2008
Gentile Dott. Pastore,

volevo informarla che la signora è morta circa 3 settimane fa. Ha trascorso le ultima settimane all'Hospice, senza mangiare nè bere e continuando ad vomitare credo acidi nello stomaco. E' dura accettare la scomparsa di una persona che, anche se da poco consciuta, era entrata nel mio cuore con la sua forza e la sua voglia di sorridere, di sorridermi anche 3 giorni prima di morire. Volevo ringraziarla per le informazioni che mi ha fornito... Spero di diventare anche io un medico.

Cordiali saluti.

Silvia