Utente 344XXX
Salve,
ho circa 30 anni e dopo un'adolescenza caratterizzata da un modesto sovrappeso mi ritrovo adesso ad essere in peso forma e condurre uno stile di vita sano e equilibrato controllando l'alimentazione e praticando attività fisica; ma i risultati estetici non arrivano soprattutto per una iperlordosi che mi porto da sempre, ma che adesso essendo magro, è diventata più evidente e a volte mi crea anche un po di imbarazzo. Mi sto informando per capire se è possibile correggerla anche a quest'età (veramente bastano suolette e esercizi per la postura) e in quanto tempo. Ho qualche speranza? A chi posso rivolvermi?

https://onedrive.live.com/redir?resid=C7F676A627AEFB88!519&authkey=!AActd3FhKD2btHI&v=3&ithint=photo%2cjpg

Allego una foto.
Grazie per l'attenzione.
[#1] dopo  
Dr. Antonio Valassina
48% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
In via generale la colonna vertebrale presenta 4 curve sul piano saggittale: una lordosi cervicale, una cifosi dorsale, una lordosi lombare e una cifosi sacrale. Queste curve possono presentare delle varianti che consentono di individuare almeno 3 morfotipi: il longilineo (curve ridotte), atletico (curve normali) e quello picnico o lasso che presenta curve accentuate.
Di solito in queste forme le curve sono in armonia, cioe' presentano tutte lo stesso profilo geometrico tendenziale. Qualora, invece, una sola di esse e'accentuata ( o ridotta) in modo eccessivo si potra'considerare, allora, una condizione anomala, che, a volte, ma non sempre, puo' dare dei problemi di vario ordine e natura.
Inoltre un' iperlordosi lombare di solito e' piu' frequente nelle femmine, mentre risulta rara nei maschi. A volte e' sostenuta da un' accorciamento dei muscoli ileopsoas, a volte da un ipertono. Da qui la necessita' di una valutazione clinica, in primo luogo, e, se necessario, anche con esami di vari ordine e grado. Ne parli con il suo ortopedico.
Cordialita'
Dr. A. Valassina
[#2] dopo  
Utente 344XXX

Iscritto dal 2014
Gentile Dr. Valassina,
la ringrazio per la risposta molto interessante. In effetti ho omesso che presento delle asimmetrie e in particolare le ginocchia, ad esempio, non sono alla stessa altezza. Ho una differenza di alcuni mm tra una gamba e un'altra e anche osservando ad occhio nudo le spalle risulta una leggera asimmetria.
Ha avuto modo di dare uno sguardo alla foto che ho postato? Crede che il fenomeno sia ridimensionabile per ottenere un risultato estetico piacevole e evitare dolori e fastidi tipo sciatalgia (che si è già presentata quando non praticavo sport)?

Grazie ancora.
[#3] dopo  
Dr. Antonio Valassina
48% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
La foto non si apre.
Inoltre l' asimmetria di lunghezza sul piano frontale raramente dipende da un' asimmetria di flessione delle anche (= asimmetria di contrattura dell' ileopsoas).
Ogni valutazione va fatta con lo schema che le ho suggerito: visita ortopedica + eventuali esami.