Utente 239XXX
Salve, ho 20 anni
Anticipo che ho sempre avuto problemi posturali delle prime vertebre della colonna legate alla malocclusione, con il rachide sempre rettilineizzato e difficoltà di movimento del capo e dolore. Con due sedute osteopatiche mi sono sistemato tutto il tratto cervicale (presumo atlante e occipite). C'è stato un problema, verificatosi 10 giorni fa: Trovandomi al buio mi sono reso conto all'ultimo momento di stare andando a sbattere contro una porta, questo ha comportato un brusco movimento del collo che ho portato repentinamente all'indietro. E' successo quindi che il rachide è tornato verticale come ce l'avevo prima, inoltre ora sto sperimentando notevoli difficoltà nel movimento del collo, e fitte di dolore nel chinare il capo per studiare, questa è la posizione in cui mi sento più impedito e ho più dolore. Io tra meno di un mese avrei una visita con l'osteopata.. Ma cosa dovrei fare secondo voi? Il dolore può essere anche sopportabile fino a quella data, ma essendo molto incapace nei movimenti del collo e sentendomi così rigido, è forse necessario un collare o cose del genere? O potrebbero bastare manipolazioni dell'osteopata per sistemare il problema? Grazie!
[#1] dopo  
Dr.ssa Simona Rossetti
24% attività
4% attualità
0% socialità
SAN SALVO (CH)
Rank MI+ 28
Iscritto dal 2014
Buongiorno,
il collare non mi sembra la soluzione più adatta, piuttosto una terapia con antiinfiammatori e miorilassanti (se non controindicati), nell'attesa di andare dall'osteopata. In futuro (a sintomatologia dolorosa regredita) le consiglio di effettuare cicli di ginnastica posturale, di sicuro beneficio nei casi come il suo.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 239XXX

Iscritto dal 2012
Salve Dott.sa,
La ringrazio per la risposta!
[#3] dopo  
Utente 239XXX

Iscritto dal 2012
Salve,
volevo sapere se nel mio caso per questo problema al rachide cervicale, il nuoto era consigliato..Grazie!
[#4] dopo  
Dr.ssa Simona Rossetti
24% attività
4% attualità
0% socialità
SAN SALVO (CH)
Rank MI+ 28
Iscritto dal 2014
Non vedo controindicazioni in merito.
Cordialità
[#5] dopo  
Utente 239XXX

Iscritto dal 2012
Salve Dott.sa Rossetti, volevo chiederle in merito alla ginnastica posturale. Siccome da quell'evento "traumatico" il rachide è tornato rettilineizzato, stavolta l'osteopatia non è servita a mettere a posto la situazione ho fatto ben 3 sedute ma non è cambiato nulla nella postura. Volevo chiederle se la ginnastica posturale (avrei trovato dalle mie parti dei corsi) è in grado di rimettere a posto le cose sul tratto cervicale, e quindi la verticalizzazione del rachide regredire? Grazie!
[#6] dopo  
Dr.ssa Simona Rossetti
24% attività
4% attualità
0% socialità
SAN SALVO (CH)
Rank MI+ 28
Iscritto dal 2014
La verticalizzazione del rachide cervicale non è una patologia in se per se, anche se alla lunga può comportare un alterazione della cinematica del collo.
Sicuramente la ginnastica posturale può essere d'aiuto, associata a massoterapia.
Cordiali saluti
[#7] dopo  
Utente 239XXX

Iscritto dal 2012
Grazie!
[#8] dopo  
Utente 239XXX

Iscritto dal 2012
Salve, ho iniziato cicli di ginnastica posturale come consigliato. Stanotte mentre cercavo di "stirarmi" ho avvertito uno strappo abbastanza intenso al rachide cervicale. Subito dopo nei movimenti del collo ho avuto nuovamente questi strappi, come lacerazioni. che avevo avuto solamente i primi giorni dopo il trauma. Cosa significano? Grazie