Utente 354XXX
Salve dottore volevo domandare una cosa stanotte mi sono svegliata sudando, il battito cardiaco era molto molto alto, non riuscivo a respirare e sono andata al pronto soccorso dove l'elettrocardiogramma era un po dinamico ma il dottore mi ha detto che non avevo nulla e che l'elettrocardiogramma era un po diciamo movimentato accusa della tachicardia e della paura. Può davvero un attacco di panico notturno perché penso sia stato questo a modificare un elettrocardiogramma? In passato ne ho fatti due usciti buoni e feci un ecocardiogramma m b mode con color doppler. Dottore potrei stare tranquilla? Grazie mille attendo una risposta con il cuore in mano, lho molta paura e vorrei sapere se mal di testa e nausea da giorni possono essere sintomi di qualcosa o se davvero è stato il panico a cambiare e elevare i valori dell'elettrocardiogramma

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Lei ha presentato un attacco di panico.
Tutto qui
Si tranquillizzi
[#2] dopo  
Utente 354XXX

Iscritto dal 2014
Grazie mille dottore per favore mi può togliere questo mio dubbio può un attacco di panico violento modifiche un elettrocardiogramma? Grazie mille spero che non accada più
[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Può modificare certamente la frequenza cardiaca registrata all ECG
La saluto
[#4] dopo  
Utente 354XXX

Iscritto dal 2014
Grazie mille è stato gentilissimo siete veramente dellebrave persone grazie mille ancora dottore
[#5] dopo  
Utente 354XXX

Iscritto dal 2014
Mi perdoni dottore le vorrei chiedere un ultima cosa. Io ho sempre la pressione perfetta o un po bassina. Ma dolori e fastidi al petto che durano da quasi un anno possono escludere x la loro lunghezza che siano dolori riguardanti il cuore? Grazie e mi scusi ancora