Utente 126XXX
Salve ho 54 anni e godo di buona salute, pratico sport e sono donatore, sposato da 24 anni e con 2 figlie.
Vita sessuale matrimoniale con utilizzio di preservativi e coito interrotto per impossibilità di prendere anticoncezionali da parte di mia moglie.
Da due anni circa soffro di erezioni un po' dolorose e l'anno scorso ho fatto una visita da uno specialista consigliatomi (specialista in endocrinologia - perfezionato in andrologia= E' LO STESSO CHE ANDROLOGO ??).
Dopo la visita mi ha riferito che non avevo alcun problema,ma per scrupolo mi ha prescritto una ecografia di cui riporto il referto:
L'esame viene eseguito con sonda lineare ad alta frequenza, (10 Mhz) con pene in condizioni di riposo, ed ha evidenziato:non alterazione di spessore e strutturali a carico del piano cutaneo, della fascia di Buck e dell'albuginea;regolare rappresentazione costrutturale e di decorso dei corpi erettili e del corpo spongioso.
Unico consiglio: eventuale uso di antiinfiammatori all'occorrenza (che non ho seguito).
A distanza di un anno, durante il quale la sintomatologia era diventata occasionale e comunque meno intensa, il dolore ora è più fastidioso e sempre presente in fase di erezione completa.
Ho notato da qualche mese una leggera curva che parte dalla base del glande verso l'alto; tale curva non è osservabile con l'asta a riposo.
Ho fatto delle foto, ma non sapevo se potevo inviarle.
Aggiungo che ho un piccolo ingrossamento della prostata, anche se da psa e viste urologiche non risultano problematiche.
Questa situazione sta inibendo fortemente la mia libido in quanto mi aggorgo che, pur se incosciamente, cerco di limitare l'erezione al caso in cui sono sicuro di poter avere un rapporto con mia moglie.
Gradirei consigli.
Ringrazio

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Edoardo Pescatori
44% attività
12% attualità
20% socialità
REGGIO EMILIA (RE)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gentile lettore,
penso che sia opportuna una rivalutazione andrologica in quanto in un anno le cose possono essere evolute. In particolare l'associazione di curvatura e dolore in erezione pone il dubbio della malattia di La Peyronie.
Chi è l'Andrologo? Chi è specializzato in Andrologia (ma la specialità non esiste più da anni) o chi, specialista in Urologia o Endocrinologia, si è poi perfezionato in Andrologia.
[#2] dopo  
Utente 126XXX

Iscritto dal 2009
Ok mi ha rassicurato sullo specialista, vorrà dire che farò un'altra visita, portando con me le foto.
Posterò eventuali esiti, approfittando della sua disponibilità
La rimgrazio.
Cordialmente