Utente 360XXX
Buongiorno, quando avevo 20 anni ho fatto uso per 4 mesi di una lozione galenica prescrittami dal dermatologo anti calvizie....non discuto sul contenuto e sulle percentuali di minoxidil e antiandrogeni,presumibilmente supportate da dati scientifici,ma mi rimane il dubbio: come si fa a controllare se la singola farmacia agisce correttamente...? Qui leggo spesso di una parte di voi medici che sconsigliano simil preparati e ultimamente mi sto fissando e ho paura che mi abbiano creato danni, anche irreversibili. Forse sarebbe meglio non leggere più internet se gli effetti sono questi....Ad ogni modo, durante il periodo in terapia non ho avvertito nulla, e ho sospeso la cura semplcemente perché non ha funzionato sulla mia alopecia,ma ora,a distanza di anni, ho l'impressione che non sempre riesco a eccitarmi con la mia attuale fidanzata e ho problemi a indossare il preservativo (purtroppo non avevo una ragazza in precedenza e non posso fare il confronto). Ho fatto ulteriori visite ed esami e tutto è nella norma (no ginecomastia e esami ormonali ok...peraltro non posso fare un confronto con i dati ormonali in precedenza,non avendo fatto nessun esame quando avevo 20 anni). Devo dire che ho erezioni spontanee e provocate normalissime, ma a me rimane il dubbio che questa lozione mi possa avere fatto qualche danno. Siccome i medici che ho incontrato non mi hanno dato risposte soddisfacenti, se qualcuno di voi ha più esperienza in merito , o vuole suggerirmi un ulteriore professionista per non autopromuoversi, io sarei felice anche di una ulteriore visita e spero qualcuno possa aiutarmi (anche se capisco non è questo il senso di questo sito). Mi scuso se ho scritto troppo, ad ogni modo riassumendo le questioni sono: può una lozione tricologica causare danni permanenti di scarsa eccitazione e problemi nel mettere il preservativo? Ci tengo a precisare, che non uso né ho usato altri farmaci, né bevo né fumo. Avevo però fatto uso di the verde per un lungo periodo (circa 1 anno, 1 tazza al giorno) e ho letto essere pure un antiandrogeno. Nel dubbio, non ne consumo più e sto attento a non consumare cibi che pare abbiano un'azione simile tipo soia, liquirizia etc. Può anche questo aver fatto danni irreparabili? Vi ringrazio per mettere la vostra professionalità a disposizione. Cordiali saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

mi sembra che si stia focalizzando su obbiettivi non corretti.

Lasci perdere lozioni per capelli, usate sei anni fa, oppure te verde, soia o liquirizia; ora è necessario capire per bene la causa del suo problema sessuale e poi impostare le necessarie terapie mirate.

Senta ora il suo medico di famiglia e poi a ruota un esperto andrologo.

Nel frattempo, se desidera poi avere più informazioni dettagliate su queste tematiche, le consiglio di consultare, se non ancora fatto, anche gl’articoli pubblicati sul nostro sito e visibili agl'indirizzi:

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/226-desiderio-sessuale-fare-viene-mancare.html

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/184-erezione-fare.html ,

http://www.medicitalia.it/salute/disfunzione-erettile .

Un cordiale saluto.

[#2] dopo  


dal 2014
Già fatto, sia medico di famiglia sia specialista, con tutti gli esami che loro hanno ritenuto opportuni. Per questo ho scritto qui, cerco altri pareri. I vostri colleghi mi hanno detto che i problemi sono nella mia testa. Mi piacerebbe che parlasse qualcuno che ha aiutato qualcuno in una situazione simile. Comunque la ringrazio per la sua risposta Dr. Beretta, e mi permetto di approfittare ancora della sua gentilezza: quindi lei pensa che il mio problema dipenda in ogni caso da altro, e mi consiglia di non dare importanza alle lozioni usate anni fa e agli alimenti?
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Esatto!

Cerchi poi di meditare bene sulle conclusioni cliniche a cui sono giunti i medici da lei consultati e che hanno potuto valutare in diretta il suo reale problema.

Ancora un cordiale saluto.
[#4] dopo  


dal 2014
Mi piacerebbe sentire anche qualche dermatologo, di quelli che sono favorevoli a prescrivere soluzioni topiche simili....
E non per essere insisente, ma possibile che non ci sia qualcuno che abbia modo di confermare che un caso simile al mio abbia anche cause fuori dalla sfera psicologica?

L'ultima domanda: qualche commento sulla difficoltà a mettere il preservativo (e su una presunta eiaculazione precoce) ?
[#5] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

cosa esattamente intende per "difficoltà a mettere il preservativo"?

Se desidera comunque avere più informazioni dettagliate su cosa è una eiaculazione precoce, frequente disfunzione sessuale nei maschi, le consiglio di consultare anche gl’articoli pubblicati sempre sul nostro sito e visibili agl'indirizzi:

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/194-rapporto-finisce-eiaculazione-precoce.html ,

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/1253-news-pianeta-eiaculazione-precoce.html .

Un cordiale saluto.
[#6] dopo  


dal 2014
Intendo che dopo che lo metto tendo a perdere l'erezione, anche con conseguente interruzione del rapporto sessuale. Qualora per ipotesi il mio problema avesse un'origine ormonale sempre per i motivi già spiegati, potrebbe questa essere una conseguenza? Anche un'altra domanda secca: può l'eiaculazione precoce (ipoteticamente) essere una conseguenza di qualsiasi terapia o stimolo antiandrogeno?
[#7] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

la caduta dell'erezione al momento di applicare un preservativo è generalmente una situazione con un importante connotato psicologico.

Alle altre due domande "secche" un risposta "secca": no!

Ancora un cordiale saluto.
[#8] dopo  


dal 2014
Ancora un grazie a Lei....e quindi scusi come si risolve?
Poi, mi sarebbe piaciuto sentire, inoltre, il parere di qualche dermatologo che propone simili terapie. Rimango con il dubbio se sia giusto dare preparati galenici a un ragazzo.

Posso fare una domanda insolita che capisco possa essere anche? Potrebbe consigliare di fumare per una presunta azione anti estrogenica delle sigarette?
[#9] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

non so dove abbia acquisito queste informazioni ma un'azione anti-estrogenica non fa bene ai suoi capelli mentre sulla risposta sessuale la nicotina funziona come un potente "antierettivo"!

Sull'intervento dei dermatologi le consiglio di postare lei un quesito più mirato in area dermatologica.

Un cordiale saluto.
[#10] dopo  


dal 2014
si leggono tante cose su internet.....

Ma allora,comunque possibile che solo il dr Beretta ha il coraggio di metterci la faccia nel dare delle risposte?
Mi viene il dubbio che le mie siano domande che più che rasentare il ridicolo sono anche complicate

[#11] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

il consiglio che le posso dare è quello di fare sempre domande mirate, senza scrivere romanzi e, se ha un quesito dermatologico preciso, è in quell'area che deve essere indirizzato.

Ancora un cordiale saluto.
[#12] dopo  


dal 2014
purtroppo il sistema non permette di inviare consulti ai dermatologi causa alta richiesta di quesiti al momento (se per caso potete girare internamente mi fareste una cortesia). il quesito semplice sarebbe se qualcuno di loro "CONSIGLIEREBBE" a un ipotetico proprio figlio ventenne una terapia topica simile.